website statistics A Breath of Snow and Ashes, Part One - PDF Books Online
Hot Best Seller

A Breath of Snow and Ashes, Part One

Availability: Ready to download

Eagerly anticipated by her legions of fans, this sixth novel in Diana Gabaldon s bestselling Outlander saga is a masterpiece of historical fiction from one of the most popular authors of our time. Since the initial publication of Outlander fifteen years ago, Diana Gabaldon s New York Times–bestselling saga has won the hearts of readers the world over -- and sold more than t Eagerly anticipated by her legions of fans, this sixth novel in Diana Gabaldon s bestselling Outlander saga is a masterpiece of historical fiction from one of the most popular authors of our time. Since the initial publication of Outlander fifteen years ago, Diana Gabaldon s New York Times–bestselling saga has won the hearts of readers the world over -- and sold more than twelve million books. Now, A Breath of Snow and Ashes continues the extraordinary story of 18th-century Scotsman Jamie Fraser and his 20th-century wife, Claire. The year is 1772, and on the eve of the American Revolution, the long fuse of rebellion has already been lit. Men lie dead in the streets of Boston, and in the backwoods of North Carolina, isolated cabins burn in the forest. With chaos brewing, the governor calls upon Jamie Fraser to unite the backcountry and safeguard the colony for King and Crown. But from his wife Jamie knows that three years hence the shot heard round the world will be fired, and the result will be independence -- with those loyal to the King either dead or in exile. And there is also the matter of a tiny clipping from The Wilmington Gazette, dated 1776, which reports Jamie s death, along with his kin. For once, he hopes, his time-traveling family may be wrong about the future.


Compare

Eagerly anticipated by her legions of fans, this sixth novel in Diana Gabaldon s bestselling Outlander saga is a masterpiece of historical fiction from one of the most popular authors of our time. Since the initial publication of Outlander fifteen years ago, Diana Gabaldon s New York Times–bestselling saga has won the hearts of readers the world over -- and sold more than t Eagerly anticipated by her legions of fans, this sixth novel in Diana Gabaldon s bestselling Outlander saga is a masterpiece of historical fiction from one of the most popular authors of our time. Since the initial publication of Outlander fifteen years ago, Diana Gabaldon s New York Times–bestselling saga has won the hearts of readers the world over -- and sold more than twelve million books. Now, A Breath of Snow and Ashes continues the extraordinary story of 18th-century Scotsman Jamie Fraser and his 20th-century wife, Claire. The year is 1772, and on the eve of the American Revolution, the long fuse of rebellion has already been lit. Men lie dead in the streets of Boston, and in the backwoods of North Carolina, isolated cabins burn in the forest. With chaos brewing, the governor calls upon Jamie Fraser to unite the backcountry and safeguard the colony for King and Crown. But from his wife Jamie knows that three years hence the shot heard round the world will be fired, and the result will be independence -- with those loyal to the King either dead or in exile. And there is also the matter of a tiny clipping from The Wilmington Gazette, dated 1776, which reports Jamie s death, along with his kin. For once, he hopes, his time-traveling family may be wrong about the future.

30 review for A Breath of Snow and Ashes, Part One

  1. 5 out of 5

    Tempo de Ler

    Pouca coisa de relevante acontece realmente em Um Sopro de Neve e Cinzas, mas a maneira como Diana Gabaldon nos consegue envolver no quotidiano destas personagens e nos mantém entretidos durante mais de 700 páginas continua a ser um mistério para mim! Gostei muito de acompanhar, mais uma vez, Claire, Brianna, Roger e Jamie. Adoro observar como se adaptam ao século XVIII, lidando com contrariedades e limitações que nem nos passam pela cabeça nos nossos tempos. Gosto especialmente de ver como Clai Pouca coisa de relevante acontece realmente em Um Sopro de Neve e Cinzas, mas a maneira como Diana Gabaldon nos consegue envolver no quotidiano destas personagens e nos mantém entretidos durante mais de 700 páginas continua a ser um mistério para mim! Gostei muito de acompanhar, mais uma vez, Claire, Brianna, Roger e Jamie. Adoro observar como se adaptam ao século XVIII, lidando com contrariedades e limitações que nem nos passam pela cabeça nos nossos tempos. Gosto especialmente de ver como Claire resolve as suas (mais que muitas) emergências médicas adaptando o seu conhecimento moderno aos utensílios e fármacos disponíveis na época. Tudo isto enquanto, em pano de fundo, se desenrolam os acontecimentos que levariam à Revolução Americana. Mas por muito que tenha gostado deste livro – e este em especial, mais do que os que o precedem - não acredito que desperte tamanho interesse em quem não tem acompanhado Claire até aqui. No entanto, recomendo vivamente que comecem a série!... Eu cá já tenho o próximo na estante!

  2. 5 out of 5

    Rowizyx

    Ci siamo ripresi, meno male. Dopo la delusione di Vessilli di guerra ero preoccupatissima, e ho deciso di continuare la saga semplicemente perché sono in astinenza con la serie tv - l'ho finita qualche settimana fa e ho pianto come una fontana... E ho apprezzato molto questo volume: più spazio alla vita di tutti i giorni e ai problemi concreti (bellissima la ricostruzione tra le diffidenze tra i coloni di diverso credo religioso, così come il "potere" di Claire che viene messo sempre più in dubbi Ci siamo ripresi, meno male. Dopo la delusione di Vessilli di guerra ero preoccupatissima, e ho deciso di continuare la saga semplicemente perché sono in astinenza con la serie tv - l'ho finita qualche settimana fa e ho pianto come una fontana... E ho apprezzato molto questo volume: più spazio alla vita di tutti i giorni e ai problemi concreti (bellissima la ricostruzione tra le diffidenze tra i coloni di diverso credo religioso, così come il "potere" di Claire che viene messo sempre più in dubbio man mano che al Ridge arriva sempre più gente che non è legata alla famiglia Fraser come il primo manipolo di uomini di Jamie), e quel tanto di dramma credibile e con conseguenze sensate. Il mio fastidio col precedente riguardava soprattutto gli elementi tragici che non riuscivo a prendere sul serio: per quanto ciò che accade a Roger sia terribile e le conseguenze siano permanente, almeno per la sua voce, sapevo benissimo che non lo avrebbe ammazzato così, quindi non sono riuscita a vivere il dramma di Brianna come sarebbe dovuto accadere. Qui ciò che accade è misurato e sensato, a parte forse (view spoiler)[le paturnie di Jamie, quando Claire subisce uno stupro, che lei possa essere incinta; oddio, dovrebbe avere 58 anni ormai e pur facendo sesso abbastanza sempre col marito non si sono visti bambini negli otto anni che hanno passato insieme, oddio, non neanche tu puoi essere così sfigato che da solo quella volta nasca un figlio! E che ansia... (hide spoiler)] Per il resto mi è piaciuto molto e mi ha ridato la voglia di continuare la saga, sono felice.

  3. 4 out of 5

    Mafalda Afilhado

    Cometi o grande erro de pensar que este era o primeiro livro da saga porque a capa refere que é o volume 1 MAS é o volume um da serie 6 (?) realmente ainda não percebi x) mas enfim o primeiro livro é então a viajante do tempo. Devido a este equivoco é claro que me senti um pouco perdida na leitura e tava a espera de ler capitulos da vida da claire na epoca moderna e não só na Escócia antiga. Mas bom, não fiquei muito cativada mas talvez ainda volte a pegar no livro 1 (o certo! ahah)

  4. 4 out of 5

    Chiara

    Voto complessivo di A Breath of Snow and Ashes: 4,5 stelline Voto di questa prima parte: 4/5 Non credo siano proprio quattro stelline piene, però devo ammettere che ci sono alcune parti che mi sono proprio piaciute e quindi ho deciso di premiare questo volume. Allora, all'inizio ho avuto molte difficoltà ad entrare nel vivo delle vicende e credevo che questo fosse dipeso dal cambio del traduttore (visto che alcune frasi mi sembravano forzate, come se fossero state messe in bocca ai personaggi senza Voto complessivo di A Breath of Snow and Ashes: 4,5 stelline Voto di questa prima parte: 4/5 Non credo siano proprio quattro stelline piene, però devo ammettere che ci sono alcune parti che mi sono proprio piaciute e quindi ho deciso di premiare questo volume. Allora, all'inizio ho avuto molte difficoltà ad entrare nel vivo delle vicende e credevo che questo fosse dipeso dal cambio del traduttore (visto che alcune frasi mi sembravano forzate, come se fossero state messe in bocca ai personaggi senza cognizione di causa); in realtà mi sono accorta che ero io ad essermi fatta prendere dai pregiudizi e, col senno di poi, posso dire che la vicenda non ne ha risentito. Sì, mi lascio influenzare da tutto e detesto i cambiamenti, maledetta me. Per quanto riguarda la storia, non c'è molto da dire: la guerra si sta avvicinando, così come il 21 gennaio 1776 (view spoiler)[data della presunta morte di Claire e Jamie (hide spoiler)] , e tutte le pagine sono cariche di quella tensione, quell'ansia che viene trasmessa anche al lettore che gioisce dei piccoli avvenimenti ma che sta in pena per quello che potrebbe succedere succederà. La parte che più mi è piaciuta è stato sicuramente il rapimento (view spoiler)[ di Claire e tutto quello che ne è conseguito. Ok, mi spiego meglio perché così suona davvero male. Non mi è piaciuto ciò che le è successo, badate bene, ma ho apprezzato come è stata gestita la faccenda: per prima cosa la scena della violenza l'ho trovata essenziale ma efficace, in mezza pagina Diana è stata capace di raccontare un qualcosa che nessuno vorrebbe leggere, senza scadere nel banale o nel troppo dettagliato. Lo stupro in sé non occupa più di tre righe, eppure, per quanto mi riguarda, mi ha obbligato a chiudere il libro e prendere qualche respiro profondo. Inoltre (anche qui, non prendetemi per malata) apprezzato come è stato gestito il dopo. Claire è quella forte ed è giusto che per una volta si dimostri vulnerabile e abbia bisogno di riprendersi e l'unica che non riesce a capirlo è proprio lei; il suo altruismo, uno dei suoi aspetti che preferisco, si vede molto bene in questa parte quando non vuole pensare a ciò che le è successo perché non vuole far tornare in mente brutti pensieri al suo Jamie (hide spoiler)] . A quel punto mi è venuto un magone che non vi dico, porca miseria. Tra i nuovi personaggi che fanno parte del Ridge, il mio preferito è sicuramente Malva (abbiamo un'erede, signori e signore) e Ute McGillivray che con il suo fare da cupido-tiranno è capace di mettere tutti in riga e combinare di non meno tre matrimoni all'anno. Passiamo a Fergus, che all'inizio ho proprio disprezzato il suo comportamento nei confronti di Marsali, al suo "il est aussi inutile que moi" mi ha fatto il cuore a brandelli e poi ho ricominciato a disprezzare (tenendo però conto delle sue paure giustificate). Vedremo come evolve la situazione. In fin dei conti come romanzo mi è piaciuto, però l'avvicinarsi della guerra mi sta mettendo ansia perché sappiamo tutti cosa successe l'ultima volta, vero? VERO? Oddio, vado ad iniziare il seguito.

  5. 4 out of 5

    ☠tsukino☠

    Ennesima rilettura, questa volta con la “scusa” di un GDL con il gruppo Edicola & Libreria: le nostre passioni... 😁 https://www.goodreads.com/topic/show/... Questo è uno dei capitoli della serie più cupi e angoscianti. Si inizia già subito con il ritrovamento della (view spoiler)[ famiglia olandese, poi c’è la bambina bruciata viva, le botte ad una Marsali incinta e il rapimento e lo stupro di Claire. (hide spoiler)] Quest’ultimo è raccontato senza dettagli particolarmente cruenti ma riesce a trasm Ennesima rilettura, questa volta con la “scusa” di un GDL con il gruppo Edicola & Libreria: le nostre passioni... 😁 https://www.goodreads.com/topic/show/... Questo è uno dei capitoli della serie più cupi e angoscianti. Si inizia già subito con il ritrovamento della (view spoiler)[ famiglia olandese, poi c’è la bambina bruciata viva, le botte ad una Marsali incinta e il rapimento e lo stupro di Claire. (hide spoiler)] Quest’ultimo è raccontato senza dettagli particolarmente cruenti ma riesce a trasmettere tutta l’ansia e angoscia possibili. La cattività (view spoiler)[ di Claire (hide spoiler)] è una cosa che ti entra sotto la pelle; la sua impossibilità non solo di (view spoiler)[ difendersi ma anche la semplice negazione di poter fare anche solo la cosa più elementare liberamente (hide spoiler)] è comunicato in modo molto empatico. Nella battaglia per la (view spoiler)[ sua liberazione si sentono degli uomini fuggire, ATTENZIONE SPOILER SU TUTTA LA SERIE (view spoiler)[ sappiamo già cosa succede a Donner, un altro viaggiatore del tempo e al marito di Martha, ma ne è scappato un terzo? (hide spoiler)] (hide spoiler)] Per fortuna ci sono, come sempre, molte scene divertenti e ironiche (quelle con Bobby Higgins in particolare) e, leggendo con il senno di poi, ti rendi conto di quanti semini ha piantato all’interno di ogni libro (view spoiler)[ a cominciare dai gemelli Beardsley e Lizzie ^^ (hide spoiler)] In questo libro, più che negli altri, la Gabaldan utilizza le proprie conoscenze per sviluppare al meglio la trama. Le sue due anime, il suo retaggio fortemente cattolico e la sua vocazione scientifica dei suoi studi (principalmente una si ritrova in Jamie; l'altra in Claire), vengono usate per definire l’approfondimento dei vari personaggi. Come sempre un ottimo libro.

  6. 4 out of 5

    Cristina

    Stupendo, non mi capitava da almeno due libri di rimanere contenta fin dalle prime pagine di proseguire la lettura. In Nevi, i mesi si susseguono uno dietro l'altro regalando momenti di vita quotidiana che al contrario delle prime volte sono state molto più sentite e coinvolgenti. Sembra quasi spezzato il solito ritornello d'interesse partecipativo che mi prendeva sempre verso la fine o la seconda metà del libro originario. E questo mi ha piacevolmente resa felice. La Gabaldon come suo solito, rie Stupendo, non mi capitava da almeno due libri di rimanere contenta fin dalle prime pagine di proseguire la lettura. In Nevi, i mesi si susseguono uno dietro l'altro regalando momenti di vita quotidiana che al contrario delle prime volte sono state molto più sentite e coinvolgenti. Sembra quasi spezzato il solito ritornello d'interesse partecipativo che mi prendeva sempre verso la fine o la seconda metà del libro originario. E questo mi ha piacevolmente resa felice. La Gabaldon come suo solito, riesce ad armonizzare le continue punteggiature erboristiche e storiche di cui non manca mai di arricchire e di denotare i suoi personaggi. Bree continua a piacermi sempre più, nella sua veste di inventrice d'altri tempi, con nuove "invenzioni" e "modifiche" per apportare i giusti confort alla sua famiglia e all'intero Ridge. Roger finalmente scopre quale sia la sua chiamata futura di vita. Spero che presto ricevano una seconda visita della cicogna perchè sarebbe una giusta ricompensa per entrambi, nonostante i timori plausibili di Bree e dopo la nascita del nuovo pargolo nano di Fergus e Marsali. Germain e Jem sono sempre più un amore due canagliette dolcissime e vivacissime che non vedo l'ora di vedere cresciuti! La sventura di Claire con il rapimento e la violenza multipla mi ha colpito e stupito. Non pensavo che la Gabby potesse far entrare anche lei nel circolo dei lesi sessuali che ormai circonda l'intera famigliola. Ma ciò l'ha resa più umana e più docile nei confronti di quelli che sono i rischi in cui una donna può incorrere. Un pò brutale anche se comprensibile il "rimontare in sella" posto da Jemie. Quei due se li portano proprio bene i loro anni anche con qualche principio di acciacco qua e la che si è avvertito ad inizio libro ma dopo è quasi scomparso. Sono sempre più curiosa di scoprire cosa avverrà nei prossimi anni, fino al momento dell'incendio fatidico a cui manca poco, alla guerra, a Donner il nuovo viaggiatore del tempo scomparso nell'ombra. A Ian che spero sveli presto cosa lo ha mutato nei suoi mesi con gli indiani e la famiglia ivi costruitasi anche se un piccolo scorcio lo si è avuto anche in questo libro. E Lizzie ancora affetta da qualche attacco e con un matrimonio in fumo e i McG infuriati nelle veci di Ute!!! Insomma, c'è ancora molta carne sul fuoco, e non vedo l'ora di avere il prossimo tra le mani. Jemie e Roger forever!!!!!!! La Gabaldon sa sempre farsi amare. P.S. : questo libro è stato un trauma di colpi di scena e rivelazioni...chi se lo aspettava che Jenny avesse certi appetiti sessuali o che ci fossero certi "modi" per indurre un travaglio ad una donna incinta con complicanze?

  7. 4 out of 5

    Miraphora

    Orbene. Decimo volume della serie e il motore comincia a singhiozzare. Diciamo pure che il voto pieno non se lo merita. Prima di tutto è cambiata la traduttrice. Con tutto il rispetto per la nuova (Chiara Brovelli), che ha fatto un lavoro ottimo, la Galassi riusciva a tradurre con quel 'qualcosa' in più. Più disinvoltura, più espressività, più emotività, una traduzione meno tecnica ma molto più efficace. Questa nuova versione manca di coinvolgimento, sembra quasi fredda al tatto. Il risultato è Orbene. Decimo volume della serie e il motore comincia a singhiozzare. Diciamo pure che il voto pieno non se lo merita. Prima di tutto è cambiata la traduttrice. Con tutto il rispetto per la nuova (Chiara Brovelli), che ha fatto un lavoro ottimo, la Galassi riusciva a tradurre con quel 'qualcosa' in più. Più disinvoltura, più espressività, più emotività, una traduzione meno tecnica ma molto più efficace. Questa nuova versione manca di coinvolgimento, sembra quasi fredda al tatto. Il risultato è che l'attaccamento alla storia nasce solo dalla maestria della Gabaldon, anche se in certi punti lo sbadiglio ci scappa. Secondo: non succede quasi nulla. Insomma, non è la prima volta che la Gabaldon racconta, racconta e alla fine non dice nulla, ma in questo caso si sente molto. Una cosa che mi ha infastidito è lo strano cambio di POV: in alcuni casi così subitaneo che non si capiva chi stava narrando. In generale, comunque, il voto è alto. A livello emotivo c'è molto coinvolgimento: Claire è, questa volta, la vittima. Subisce una serie di violenze che la segnano, ma - stranamente - che vengono superate in modo relativamente semplice. Jamie le ruba la scena anche in questo caso, riprendendo possesso dello scettro del personaggio più maltrattato. Jamie stesso viene più descritto come marito e padre che come personaggio maschile dominante; un pò mi è mancato l'highlander dei primi libri, ma è anche vero che ormai ha i suoi bei 50 anni e non può più fare il galletto. Conseguentemente Roger diventa il nuovo giovane, anche se prende vie che mi sono poco digeste: per esempio...pastore? Ma ripigliati! Con tutto quello che succede, con tutto quello che puoi diventare...tu vuoi predicare? Ma non ti bastano le tue sfighe? Vuoi pure quelle degli altri? Bha! Brianna, con tutta la mia simpatia, lo prende a scopettate in faccia. Sebbene siano una coppia perfetta, a volte pure loro due si scornano alla grande. Per fortuna, quindi, che Brianna mi sta diventando sempre più simpatica, perchè altrimenti la cosa si faceva pesante. Per chiudere il cerchio, Jemmy è sempre un rotolo di ciccia che fa morire dal ridere, e assieme al suo compare Germaine è una specie di diavoletto della Tasmania. Parlando di Germaine, il padre, Fergus, mi ha lasciata un pò male per il suo atteggiamento da uomo depresso, il preda alle crisi di nervi per via della mano mancante. Intanto la moglie sgobba come una negra...bha. Inquietante il ritorno di due fantasmi: Frank e Black Jack. Ma neanche da morti la smettono di rompere le balle? E basta! Pussate via, vecchi bacucchi morti e liberateci dalle vostre misere memorie! Un altro fantasma, però di una viva - purtroppo - ritorna...Laoghaire, la vacca dall'inferno. Che possa schiattare pure lei così va a formare il trittico con gli altri due minchioni. Per essere una prima parte è decisamente lentina, manca di brio e di vitalità. Ma rimane cmq un romanzo della Gabaldon, per cui è molto al di sopra della media ed è, quindi, un libro bello dalla prima all'ultima parola, pieno di emozioni forti e di personaggi che sono più amici immaginari che parole su carta.

  8. 4 out of 5

    Fefi

    Questo nuovo capitolo della serie l'ho trovato molto particolare. Per più di metà libro non succede praticamente nulla,come al solito,ma è quel niente che comunque mi ha incuriosito,fatto sorridere e sentirmi lì a Fraser's Ridge. Poi,alla povera Claire,ne succedono di tutti i colori,per colpa di una banda di briganti che la rapiscono e ho provato un forte magone,ma non lacrime come nel primo libro. Per fortuna lei ha una forza di ripresa pazzesca,anche molto inverosimilmente direi, e rinizia subi Questo nuovo capitolo della serie l'ho trovato molto particolare. Per più di metà libro non succede praticamente nulla,come al solito,ma è quel niente che comunque mi ha incuriosito,fatto sorridere e sentirmi lì a Fraser's Ridge. Poi,alla povera Claire,ne succedono di tutti i colori,per colpa di una banda di briganti che la rapiscono e ho provato un forte magone,ma non lacrime come nel primo libro. Per fortuna lei ha una forza di ripresa pazzesca,anche molto inverosimilmente direi, e rinizia subito a trafficare nel suo laboratorio,riuscendo a creare l'etere per le anestesie. Nel frattempo,Brianna è tutta presa a fare invenzioni e Roger ad aiutare le persone al Ridge,dal punto di vista anche spirituale. Insomma sono tutti molto occupati,mentre Jamie se ne va in giro,con Ian, a fare l'agente della Corona tra gli indiani e cercando di avvertirli della Rivoluzione quasi imminente. Insomma,io non mi sono ancora stancata di leggere questa serie!

  9. 5 out of 5

    Yukino

    This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here. SERIE OUTLANDER n. 10 Lettura di gruppo E&L Questo libro mi è proprio piaciuto. Rispetto allo scorso che ho fatto fatica, questo dalle prima pagine mi ha preso. La pirma parte è stata davvero da cardiopalma, almeno per me. Claire rapita e in attesa di Jamie che la salvasse e quando lo ha fatto..ho pianto come una fontana. Se ci penso sto male. Mi ha troppo lasciato il segno questa cosa, e sono contenta che la seconda parte sia stata più tranquilla (se così vogliamo dire). COme al solito tante niente SERIE OUTLANDER n. 10 Lettura di gruppo E&L Questo libro mi è proprio piaciuto. Rispetto allo scorso che ho fatto fatica, questo dalle prima pagine mi ha preso. La pirma parte è stata davvero da cardiopalma, almeno per me. Claire rapita e in attesa di Jamie che la salvasse e quando lo ha fatto..ho pianto come una fontana. Se ci penso sto male. Mi ha troppo lasciato il segno questa cosa, e sono contenta che la seconda parte sia stata più tranquilla (se così vogliamo dire). COme al solito tante niente risposte ma solo tante domande in più. Sarà vivo Donner? Chi è stato a fare l'incantesimo al lago? Malva sarà davvero così carina e dolce come fa credere? Ute continuerà la sua vendetta? Roger come se la caverà da prete? Germain e Jemmy sono fantastici. Ma quello che regna sovrano qui è ancora uan volta l'amore infinito che c'è tra Jamie e Claire. Mi ha davvero toccato il cuore.

  10. 4 out of 5

    Divoratrice di libri

    Ma come è possibile che 829 pagine di libro sono totalmente, assolutamente e inesorabilmente inutili? Si e no dell’intero libro solo 100 pagine scarse sono interessanti, il rapimento di Claire e il figlio nano di Marsali, ma per il resto inutili. Ok ci sta che in un libro aggiungano delle parti che non seguono la trama, tipo parti divertenti o inutili, per alleggerire il libro ma così me lo seppellite. Io non ci arrivo viva alla fine della saga. Un altro libro inutile come la Croce di Fuoco non Ma come è possibile che 829 pagine di libro sono totalmente, assolutamente e inesorabilmente inutili? Si e no dell’intero libro solo 100 pagine scarse sono interessanti, il rapimento di Claire e il figlio nano di Marsali, ma per il resto inutili. Ok ci sta che in un libro aggiungano delle parti che non seguono la trama, tipo parti divertenti o inutili, per alleggerire il libro ma così me lo seppellite. Io non ci arrivo viva alla fine della saga. Un altro libro inutile come la Croce di Fuoco non me lo meritavo😭

  11. 5 out of 5

    Gamze

    Şimdi derinnn bir nefes alıp kitabın ikinci kısmını elime alabilirim...

  12. 4 out of 5

    Romanticamente Fantasy

    “Il Tempo è molte cose che la gente attribuisce a Dio. C’è il concetto di preesistenza e di infinito. C’è il concetto di onnipotenza – perché niente può opporsi al tempo, no? Non possono farlo le montagne, né gli eserciti. E il Tempo, naturalmente, guarisce tutte le ferite. Date a qualunque cosa il Tempo sufficiente, ed essa si risolverà: le sofferenze cesseranno, le avversità verranno cancellate, le perdite diventeranno più sopportabili. Cenere alla cenere, polvere alla polvere. Ricorda, uomo, “Il Tempo è molte cose che la gente attribuisce a Dio. C’è il concetto di preesistenza e di infinito. C’è il concetto di onnipotenza – perché niente può opporsi al tempo, no? Non possono farlo le montagne, né gli eserciti. E il Tempo, naturalmente, guarisce tutte le ferite. Date a qualunque cosa il Tempo sufficiente, ed essa si risolverà: le sofferenze cesseranno, le avversità verranno cancellate, le perdite diventeranno più sopportabili. Cenere alla cenere, polvere alla polvere. Ricorda, uomo, che sei polvere; e polvere ritornerai. E, se il Tempo è in qualche modo affine a Dio, suppongo che la Memoria debba essere il Demonio.” Queste poche righe del prologo sono quelle che possono meglio definire ciò che succede in questo libro. L’ansia per l’imminente guerra, il rapimento e le conseguenze subite da Claire, il dolore che ne consegue e la successiva consapevolezza che è accaduto, ma nonostante tutto si prova a relegarlo nei recessi della memoria, perché è la cura che il nostro animo e il nostro cervello ha insita in sé, per andare avanti, perché in fondo c’è di meglio che restare bloccati nella sofferenza, soprattutto quando ciò non accade per colpa nostra. E’ chiaro che la nostra Diana non ci fa mancare i momenti esilaranti, come un’operazione di emorroidi, condita dai commenti dissacranti di Jamie, che ormai abbiamo imparato a conoscere e che ci mancherebbero, se non ci fossero; Brianna, con le sue invenzioni, con cui terrorizza un po’ tutti; imparare che la lingua francese è perfetta per le imprecazioni e le parolacce; venire a scoprire che una forma di BDSM esisteva nel ‘700 e tante altre piccole cose che ti rendono la lettura piacevole, come sempre. In fondo, questo libro è un dipanarsi leggero e quasi tranquillo delle vicende dei Fraser, nel North Carolina, nonostante l’episodio di Claire ti faccia venire dentro una tale rabbia per essere fuori dalla storia e non poter aiutare. Una rabbia che viene espressa sotto forma di un Jamie in pieno assetto da guerriero highlander, degno dei suoi antenati vichinghi. Una scena veramente cruenta, dove scopri che non è solo il bellissimo scozzese che ci ha fatto innamorare tutte ma, anzi, se è possibile, lo ami ancora di più perché dimostra questo senso di possesso e amore verso la sua donna, che è stata oltraggiata. Anche Claire ne rimane scioccata, guardando suo marito trasformato in una macchina da guerra, restando inorridita e affascinata allo stesso tempo. Inoltre Claire, durante questa sua prigionia, conosce una persona che la lascerà con molti dubbi e il desiderio di ritrovarla, per scoprire ancora di più. C’è anche un bel passaggio in cui entri in contatto, ancora di più, con la profondità delle tradizioni e dell’onore dei guerrieri delle Highlands, quel sentimento che passa tra un guerriero e il suo laird, davvero toccante. Roger trova la sua strada e Brianna ne è felice, concludendo il libro con un bel discorso tra padre e figlia che ti lascia un po’ di malinconia, ma non tristezza. Un altro bellissimo capitolo di questa storia che si dipana tra passato e presente e che non ci lascia mai deluse, ma sempre con la voglia di leggere il successivo, nonostante gravi su tutto la guerra, ormai imminente.

  13. 4 out of 5

    João Ferreira

    This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here. "Um sopro de Neve e Cinzas - vol. 1" é um conjunto de emoções e preparações para a história principal. Esta primeira parte, não traz grandes avanços na história principal de Claire e Jamie Fraser. Diana Gabaldon nos mostra, mais uma vez, o quotidiano de uma colônia inglesa, pré-revolução americana, preparando as personagens, e o leitor, para o futuro eminente da história. Por vezes, estás partes passam por momentos parados, com reflexões longas das personagens. Mas a autora compensa com momentos "Um sopro de Neve e Cinzas - vol. 1" é um conjunto de emoções e preparações para a história principal. Esta primeira parte, não traz grandes avanços na história principal de Claire e Jamie Fraser. Diana Gabaldon nos mostra, mais uma vez, o quotidiano de uma colônia inglesa, pré-revolução americana, preparando as personagens, e o leitor, para o futuro eminente da história. Por vezes, estás partes passam por momentos parados, com reflexões longas das personagens. Mas a autora compensa com momentos que nos deixa com as emoções a flor da pele. Refiro-me a parte 5 deste livro, que foi um momento que tive o meu coração nas mãos, por causa de todo um acontecimento à volta da Claire (que é uma das minhas personagens favoritas da literatura). Que, para mim, é a personagem que ganha mais ênfase neste livro, seguida de Roger que começa a descobrir a sua vocação. Não deixando de lado a história de Jamie e dos índios, que espero que leve a alguma importância, a quando do início da guerra. Mas porque digo que não traz grandes avanços da história? Em primeiro lugar, este é o primeiro volume de dois, ou seja, no segundo volume pode haver o avanço. Em segundo, só sentimos a presença em breves momentos a situação iminente da catástrofe que irá abater na vida dos Frasers e a guerra. E terceiro, só num pequeno momento desde livro surgiu, a menção, a personagem Stephen Bonnet... Que vem substituir o Jack "Black" Randall do grande vilão da história. De facto, quero saber o que ele anda a tramar e como será o confronto entre ele e a família Fraser (pois eu acredito que não será só o Jamie ou Roger a enfrentar o vilão). Um ponto um bocado negativo, e que me deixou desiludido: se o livro prepara tanto a Guerra da Independência, e se este volumen termina em Julho de 1774, porque não houve nenhuma menção do Boston Tea Party? Eu sei que eles estão bastante longe de Boston e o acontecimento não se relacionada com a colônia da Carolina do Norte... Mas vala, uma menção seria bastante bom: ver a reação de Roger (um historiador) e de Brianna a perceberem que estavam a viver História; ou saber a opinião de Jamie ou de outra personagem, sobre o acontecimento... Estava mesmo a espera disso e fiquei bastante desiludido. Espero que a história continue bastante intensa e emocionante, no segundo volume, onde penso que se irá desenrolar um dos pontos importantes da história. E nos livros seguintes, aguardo o aparecimento de alguma personagem histórica, de grande calibre, da revolução americana... Ou seja George Washington.

  14. 4 out of 5

    Katia Casimir

    Il y a déjà 15ans que j’avais cru comprendre qu’il y avait une fin avec La Croix de feu et voilà qu’à ma grande surprise la saga continue. Me remettre dans le contexte n’a pas que difficile ni de retrouver les personnages principaux et secondaire, à une autre époque de l’histoire. J’avais une petite déception pour le manque d’action, mais je me dis qu’une chance que l’histoire se Jimmy & Claire ne s’arrête pas là. Et qu’il y a encore 3 autres tomes qui m’attendent😝

  15. 5 out of 5

    Karin Morgan

    I feel the whole series is over rated, the firs book seems to have made many women happy. The books are 979 pages at the least with too much fill ,too many characters,too many plots.There is rape in every book,in Outlander Claire almost gets raped, and beaten with a strap.Claire comes off as a know it all,which she probably does,more than men in 1746.Jamie beats her to show he wants to own her. As in blood to blood, bone to bone kind of love. She's beautiful ,he's HANDSOME, he does raw hard sex. I feel the whole series is over rated, the firs book seems to have made many women happy. The books are 979 pages at the least with too much fill ,too many characters,too many plots.There is rape in every book,in Outlander Claire almost gets raped, and beaten with a strap.Claire comes off as a know it all,which she probably does,more than men in 1746.Jamie beats her to show he wants to own her. As in blood to blood, bone to bone kind of love. She's beautiful ,he's HANDSOME, he does raw hard sex.In fact after she was raped 4 times and beaten ,which was hard to read.Jamie in his wisdom ,had more sex with her ,no hugs .She felt worse the next day.Sometimes there relationship is based on sex. Now there older 53 Jamie, 58 Claire. At the moment I dislike them both,maybe it is Jamie ,his reaction to her RAPE, having sex with your wife when you get home really? I was ready to throw all the books in the garbage. I felt it was sickening. Bree is an Engineer and made matches, and was raped to get her mother's gold ring back ,which in turn we have babt Jem . this is 1773-1776.One thing bothers me Jamie offers his body to save Claire,from Jack Randall. and to Lord John , to take care of his son ,but he said no. The characters can drive you crazy.I wish Jamie would have a love child somewhere , just to wake Claire up, and they can have a real verbal fight.This is only a FANTASY ,but I do not see what all the fuss is about, GAME OF THRONES is much better.Yet her books get 5 stars all the time WHY? I don't know.

  16. 4 out of 5

    Artemiz

    Minu mõtted on siin Minu mõtted on siin

  17. 4 out of 5

    Daniela

    Mancano pochi libri alla conclusione di questa saga storico-fantastica. Curiosa di scoprire cosa mi riserverà "il futuro". Mancano pochi libri alla conclusione di questa saga storico-fantastica. Curiosa di scoprire cosa mi riserverà "il futuro".

  18. 4 out of 5

    Lucy

    My re-read made me realize how wonderful these books are!

  19. 5 out of 5

    Feel The Book

    Recensione a cura di Lady Broch Tuarach per Feel The Book Le righe del prologo sono quelle che riescono meglio a definire ciò che succede in questo libro: l’ansia per l’imminente guerra, il rapimento di Claire e ciò che ne è conseguito, il dolore e la successiva consapevolezza di quello è accaduto. Nonostante tutto si prova a relegare quegli eventi nei recessi della memoria, perché è il solo modo che il nostro animo e il nostro cervello hanno per andare avanti, perché in fondo c’è di meglio che r Recensione a cura di Lady Broch Tuarach per Feel The Book Le righe del prologo sono quelle che riescono meglio a definire ciò che succede in questo libro: l’ansia per l’imminente guerra, il rapimento di Claire e ciò che ne è conseguito, il dolore e la successiva consapevolezza di quello è accaduto. Nonostante tutto si prova a relegare quegli eventi nei recessi della memoria, perché è il solo modo che il nostro animo e il nostro cervello hanno per andare avanti, perché in fondo c’è di meglio che restare bloccati nella sofferenza, soprattutto quando ciò che accade esula dalla nostra volontà. La Gabaldon, come d’abitudine, non ci fa mancare i momenti divertenti: quelli durante un’operazione di emorroidi, condita dai commenti dissacranti di Jamie, che ci mancherebbero se non ci fossero; quelli in cui Brianna, con le sue invenzioni, terrorizza un po’ tutti; o quelli nei quali si apprende che la lingua francese è perfetta per le imprecazioni e le parolacce; e ancora quelli in cui si scopre che già nel ‘700 esisteva una forma di BDSM e tante altre piccole cose che rendono la lettura piacevole, come sempre. In fondo, questo libro è un dipanarsi leggero e quasi tranquillo delle vicende dei Fraser nel North Carolina, nonostante l’episodio di Claire ti faccia crescere dentro una tale rabbia perché non sei in grado di aiutarla. Una rabbia che viene espressa anche da un Jamie in pieno assetto da guerriero highlander, degno dei suoi antenati vichinghi. Ci sarà una scena veramente cruenta, in cui scopriremo che Jamie non è solo il bellissimo scozzese che ci ha fatto innamorare, e grazie alla quale anzi, se possibile, lo ameremo ancora di più, perché dimostra un profondo senso di possesso e amore verso la sua donna, che è stata oltraggiata. Anche Claire è scioccata, quando vede suo marito trasformarsi in una macchina da guerra, e resta inorridita e affascinata allo stesso tempo. Inoltre Claire, durante la sua prigionia, conosce una persona che la lascerà con molti dubbi e il desiderio di ritrovarla per scoprire ancora di più. C’è anche un bel passaggio in cui si entra in contatto con la profondità delle tradizioni e dell’onore dei guerrieri delle Highlands, quel sentimento che passa tra un guerriero e il suo laird, davvero toccante. Roger trova la sua strada e Brianna ne è felice, e il libro si conclude con un bel discorso tra padre e figlia, che ti lascia un po’ di malinconia, ma non tristezza. Un altro bellissimo capitolo di questa storia, che si svolge tra passato e presente e che non ci lascia mai deluse, ma sempre con la voglia di leggere il successivo, nonostante gravi su tutto la guerra, ormai imminente. Editing recensione a cura di Aletheia per Feel The Book

  20. 4 out of 5

    Tittirossa

    Continua l'avventura di Jamie e Claire (e l'esecrabile scelta dell'editore italiano di spezzare in due il volume originale per lucrare sul prezzo!), travolgente come nei primi volumi della saga. Gabaldon ha l'incredibile capacità di mantenere in perfetto equilibrio il nostro livello di attenzione e coinvolgimento tra la Storia (siamo agli albori della Rivoluzione americana) e le piccole storie individuali dei protagonisti. Forse dilungandosi un po' troppo (perlomeno per i miei gusti) nelle descr Continua l'avventura di Jamie e Claire (e l'esecrabile scelta dell'editore italiano di spezzare in due il volume originale per lucrare sul prezzo!), travolgente come nei primi volumi della saga. Gabaldon ha l'incredibile capacità di mantenere in perfetto equilibrio il nostro livello di attenzione e coinvolgimento tra la Storia (siamo agli albori della Rivoluzione americana) e le piccole storie individuali dei protagonisti. Forse dilungandosi un po' troppo (perlomeno per i miei gusti) nelle descrizioni iperdettagliate di colori-sapori-suoni e sentimenti (....): a questo punto io voglio solo sapere come va a finire! Però mi godo la lettura e gli intrecci narrativi che l'autrice riesce a costruire con un gioco di incastri infinito. Jamie e Claire sono fin troppo perfetti (ma va bene così!), Roger e Brianna sono un po' più rilassati e simpatici (mitiche le "invenzioni" di Bree), e tutti gli altri di contorno sono vivi e vitali, non meri comprimari. Non succede molto in queste 800 pagine, cioè si avvicendano un quantitativo di piccole storie (alcune abbastanza brutali, tipo lo sterminio dei rapitori di Claire) ma non ci si avvicina di molto all'epilogo. Per il quale dovremo aspettare la seconda parte, grrrrrr! E poi aspettare che la Gabby si decida a porre fine alla saga, e farci sapere chi era il fantasma!

  21. 5 out of 5

    Joana Almeida

    After two weeks of reading this book I just feel the need to take a pause and read more lighter books! As it’s predecessor, this story goes from Claire’s perspective to follow some of her family members and friends. I also recognized some scenes from the 5 season, which I thought interesting, they really made a great job, mixing both volume 5 and 6, picking up the more interesting and intense scenes and giving them a new twist! This story is full of more stories, following the way of live of Clair After two weeks of reading this book I just feel the need to take a pause and read more lighter books! As it’s predecessor, this story goes from Claire’s perspective to follow some of her family members and friends. I also recognized some scenes from the 5 season, which I thought interesting, they really made a great job, mixing both volume 5 and 6, picking up the more interesting and intense scenes and giving them a new twist! This story is full of more stories, following the way of live of Claire and her family as well as the people living in their lands. It’s incredible the study behind the construction of this book! From Gaelic words, to the Scotland, America and even France history, to botanical and medical knowledge, I felt that, more than a fictional story, I’ve learned a lot reading “Outlander”! Diana Gabaldon is incredible in making every feel realistic, like we are there ourselves, helping Claire with her patients, Jamie with the Indians and Brianna with her inventions! A full and intense read, meant to be read with time and patience in order to better observe everything that’s going on in it! After a little pause I have to say that I’m anxious to read the next volume and see what more adventures awaits the Fraser’s Clan!

  22. 5 out of 5

    Catarina Silva

    «E, se o Tempo é de alguma forma semelhante a Deus, imagino que a Memória seja o Diabo.» A primeira parte do sexto volume de Outlander traz-nos de volta a vida em Ridge e a agitação que se começa a sentir na colónia, na sequência da Guerra da Regulação. A revolução americana aproxima-se, e o pouco tempo que resta agrava a delicada situação daqueles que dela têm conhecimento, e caminham perigosamente entre dois fogos. Esta primeira parte está carregada de ação e emoção, com destaque para a formaçã «E, se o Tempo é de alguma forma semelhante a Deus, imagino que a Memória seja o Diabo.» A primeira parte do sexto volume de Outlander traz-nos de volta a vida em Ridge e a agitação que se começa a sentir na colónia, na sequência da Guerra da Regulação. A revolução americana aproxima-se, e o pouco tempo que resta agrava a delicada situação daqueles que dela têm conhecimento, e caminham perigosamente entre dois fogos. Esta primeira parte está carregada de ação e emoção, com destaque para a formação de novos perigos e lutas contra demónios antigos. Os ventos estão a mudar e com eles mudam também as personagens, que revelam desenvolvimentos interessantes e mantêm o interesse na história, ainda centrada nos seus quotidianos, mas agora com um olhar mais carregado no futuro. A união, o amor e a honra continuam a ser elementos centrais na narrativa, que voltam a apresentar dilemas ao opor visões de séculos distintos.

  23. 4 out of 5

    Martyy

    This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here. Uno dei libri peggiori della saga: vuoto! Non è che l'ombra dei primi capitoli della saga, densi e snelli. Anche la nostra Claire sembra un'altra completamente. Sarà l'età? Il libro è così corposo grazie alle illimitate descrizioni, ottime per farti entrare a pieno nel racconto, ma che non contribuiscono alla scorrevolezza delle scene; e alle scene di sesso piazzate qua e là giusto per dare quel tocco di harmony. Non ho apprezzato in particolare il continuare a voler mettere violenze sessuali: orm Uno dei libri peggiori della saga: vuoto! Non è che l'ombra dei primi capitoli della saga, densi e snelli. Anche la nostra Claire sembra un'altra completamente. Sarà l'età? Il libro è così corposo grazie alle illimitate descrizioni, ottime per farti entrare a pieno nel racconto, ma che non contribuiscono alla scorrevolezza delle scene; e alle scene di sesso piazzate qua e là giusto per dare quel tocco di harmony. Non ho apprezzato in particolare il continuare a voler mettere violenze sessuali: ormai in questa famiglia sono in 2 a non averne subita! Direi si potrebbe trovare qualche altro espediente narrativo, in questo caso il rapimento e il pestaggio bastavano, a mio parere. Per carità qualche colpo di scena carino c'è stato, ma l'ho trovato un libro abbastanza vuoto.

  24. 4 out of 5

    Cristina

    With each volume, my favorite series becomes worse. This half of the novel is a lot of talk and no action but oh, yes... when finally something happens (view spoiler)[ it's another rape. A horrible one. And if it wasn't enough, when they get home, Jamie demands sex from Claire. WTF?! (hide spoiler)] If it wasn't Outlander, I would have gave up on this volume about 400 pages ago. It's testing my patience. I hope the second part will be better, because I'm bored out of my mind. With each volume, my favorite series becomes worse. This half of the novel is a lot of talk and no action but oh, yes... when finally something happens (view spoiler)[ it's another rape. A horrible one. And if it wasn't enough, when they get home, Jamie demands sex from Claire. WTF?! (hide spoiler)] If it wasn't Outlander, I would have gave up on this volume about 400 pages ago. It's testing my patience. I hope the second part will be better, because I'm bored out of my mind.

  25. 5 out of 5

    Francesca Franni

    Amo tantissimo la serie tv ma i libri li trovo inspiegabilmente lunghi. Troppi dettagli che potrebbero essere omessi, rendono il libro pesante disturbandone l'attenzione. Per il resto le vicende di Fraser Ridge ci terranno ancora avvinghiati. Ci sarà sempre un problema da risolvere o una guerra in corso. Amo tantissimo la serie tv ma i libri li trovo inspiegabilmente lunghi. Troppi dettagli che potrebbero essere omessi, rendono il libro pesante disturbandone l'attenzione. Per il resto le vicende di Fraser Ridge ci terranno ancora avvinghiati. Ci sarà sempre un problema da risolvere o una guerra in corso.

  26. 5 out of 5

    Ily

    "Nevi infuocate" = angoscia! La scrittrice ha reso perfettamente i sentimenti dei personaggi e come più o meno riescano a sopravvivono alle vicende contenute in questo romanzo. Le novità non mancano, a cominciare dalla nuova scelta di Roger che però mi lascia un po' basita. "Nevi infuocate" = angoscia! La scrittrice ha reso perfettamente i sentimenti dei personaggi e come più o meno riescano a sopravvivono alle vicende contenute in questo romanzo. Le novità non mancano, a cominciare dalla nuova scelta di Roger che però mi lascia un po' basita.

  27. 4 out of 5

    Orbán Evelin

    Talán az első két könyvben éreztem utoljára, hogy ennyire beszippant a történet. Nem zavart, hogy már nem csak Claire és Jamie a főszereplők, hanem a gyerekeik is. Bár nem mondanám, hogy sok izgalom történt, mégis jó volt olvasni. Kíváncsian várom a folytatását.

  28. 5 out of 5

    Veronik

    J’apprécie vrm ce livre, car l’histoire est coulante avec juste assez de rebondissements. Pas de longeurs qui s’éternisent, les personnages sont tellement attanchant, Ian, Lizzy. malva, Fergus Brianna et Roger Un des meilleurs!!! Love it

  29. 4 out of 5

    Debbie

    I love Davina's reading! I love Davina's reading!

  30. 5 out of 5

    The Docta

    They have all been very good

Add a review

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...
We use cookies to give you the best online experience. By using our website you agree to our use of cookies in accordance with our cookie policy.