website statistics Meet Efrem Krugher - PDF Books Online
Hot Best Seller

Meet Efrem Krugher

Availability: Ready to download

Un uomo misterioso ed enigmatico. Una ragazza ribelle e tormentata. Un romanzo sensuale che conduce negli angoli più reconditi dell'anima e della psiche, e che insegna a non temere i propri lati oscuri. Puoi davvero sfuggire alle tue ombre? Thea ha vent'anni ed è la chitarrista dei Bright Demons, una band di talento sul punto di sfondare e di calcare grandi palchi. Tuttavi Un uomo misterioso ed enigmatico. Una ragazza ribelle e tormentata. Un romanzo sensuale che conduce negli angoli più reconditi dell'anima e della psiche, e che insegna a non temere i propri lati oscuri. Puoi davvero sfuggire alle tue ombre? Thea ha vent'anni ed è la chitarrista dei Bright Demons, una band di talento sul punto di sfondare e di calcare grandi palchi. Tuttavia, quando perde la madre, la ragazza smarrisce se stessa e rischia di mettere a repentaglio la sua carriera per sempre. Preoccupati per lei e per il suo futuro, la nonna e il manager la spingono ad affidarsi alle cure del dottor Efrem Krugher, uno psichiatra olistico dai metodi innovativi che dirige l'Asklepios, una clinica esclusiva a cui si rivolgono personaggi in vista e celebrità in cerca di assoluta privacy riguardo le proprie condizioni. Trentasettenne affascinante, Efrem è un uomo magnetico, enigmatico e con un passato inconfessabile. In un turbine di tormento e passione, Thea viene travolta dall'attrazione proibita nei confronti del medico, che la accompagna in un viaggio introspettivo erotico ed esaltante alla scoperta delle sue brame più oscure. Col passare dei giorni, però, Thea si rende conto che dietro ogni angolo dell'Asklepios si celano pericoli e segreti sconvolgenti. E se la perfezione del dottor Krugher nascondesse insidie inimmaginabili? Dopo "Kiss me like you love me", la serie che l'ha resa la stella del dark romance italiano, Kira Shell torna in libreria con una nuova, inedita saga che racconta una storia straordinaria e sensuale, nella quale non esistono pregiudizi o paure, ma solo il coraggio di immergersi nell'oscurità della propria anima e dei propri desideri. Kira Shell è lo pseudonimo di una giovane autrice italiana. Consigliato ad un pubblico adulto.


Compare

Un uomo misterioso ed enigmatico. Una ragazza ribelle e tormentata. Un romanzo sensuale che conduce negli angoli più reconditi dell'anima e della psiche, e che insegna a non temere i propri lati oscuri. Puoi davvero sfuggire alle tue ombre? Thea ha vent'anni ed è la chitarrista dei Bright Demons, una band di talento sul punto di sfondare e di calcare grandi palchi. Tuttavi Un uomo misterioso ed enigmatico. Una ragazza ribelle e tormentata. Un romanzo sensuale che conduce negli angoli più reconditi dell'anima e della psiche, e che insegna a non temere i propri lati oscuri. Puoi davvero sfuggire alle tue ombre? Thea ha vent'anni ed è la chitarrista dei Bright Demons, una band di talento sul punto di sfondare e di calcare grandi palchi. Tuttavia, quando perde la madre, la ragazza smarrisce se stessa e rischia di mettere a repentaglio la sua carriera per sempre. Preoccupati per lei e per il suo futuro, la nonna e il manager la spingono ad affidarsi alle cure del dottor Efrem Krugher, uno psichiatra olistico dai metodi innovativi che dirige l'Asklepios, una clinica esclusiva a cui si rivolgono personaggi in vista e celebrità in cerca di assoluta privacy riguardo le proprie condizioni. Trentasettenne affascinante, Efrem è un uomo magnetico, enigmatico e con un passato inconfessabile. In un turbine di tormento e passione, Thea viene travolta dall'attrazione proibita nei confronti del medico, che la accompagna in un viaggio introspettivo erotico ed esaltante alla scoperta delle sue brame più oscure. Col passare dei giorni, però, Thea si rende conto che dietro ogni angolo dell'Asklepios si celano pericoli e segreti sconvolgenti. E se la perfezione del dottor Krugher nascondesse insidie inimmaginabili? Dopo "Kiss me like you love me", la serie che l'ha resa la stella del dark romance italiano, Kira Shell torna in libreria con una nuova, inedita saga che racconta una storia straordinaria e sensuale, nella quale non esistono pregiudizi o paure, ma solo il coraggio di immergersi nell'oscurità della propria anima e dei propri desideri. Kira Shell è lo pseudonimo di una giovane autrice italiana. Consigliato ad un pubblico adulto.

30 review for Meet Efrem Krugher

  1. 5 out of 5

    pinkcloudsbooks

    «Spesso è necessario toccare il fondo per renderci conto di aver bisogno d’aiuto.» è sempre difficile dover parlare di un libro capace di scombussolare gli animi, ci si ritrova ad avere costantemente la paura di non riuscire a valorizzare come si deve la storia, non dandogli così la giusta importanza solo attraverso delle semplici parole. e in questo caso Kira Shell con Meet Efrem Krugher ha solo confermato quanto lei rappresenti un’autrice fuori dal comune, di come i suoi personaggi siano singola «Spesso è necessario toccare il fondo per renderci conto di aver bisogno d’aiuto.» è sempre difficile dover parlare di un libro capace di scombussolare gli animi, ci si ritrova ad avere costantemente la paura di non riuscire a valorizzare come si deve la storia, non dandogli così la giusta importanza solo attraverso delle semplici parole. e in questo caso Kira Shell con Meet Efrem Krugher ha solo confermato quanto lei rappresenti un’autrice fuori dal comune, di come i suoi personaggi siano singolari.. raccontati con una maestria che mette i brividi. in questo caso ci troviamo nella vita di Thea, una chitarrista ventenne con un disturbo alimentare. A malincuore deciderà di affidarsi nelle mani di un psichiatra alquanto enigmatico, eccitante e misterioso. Efrem Krugher. Io non ho mai letto di un protagonista così fuori dagli schemi..capace di stregarti con un solo discorso e soggiogarti a suo piacimento. Thea si sente fin da subito attratta dal dottore, consapevole del fatto che lui sia più grande di lei di diciassette anni. Efrem cercherà di fare conoscenza con l’io interiore di Thea attraverso i suoi dialoghi pieni di saggezza. E vi assicuro che questo viaggio nella conoscenza della psiche di Thea lo sentirete sottopelle anche voi, facendolo diventare parte integrante del vostro animo.. grazie alla raffinatezza del dottor Efrem Krugher. ed è qui, con questo personaggio e con questa storia che ti rendi conto che con i libri di Kira Shell non esistono limiti, barriere, confini. Non saprai mai davvero cosa aspettarti da lei, perché sarà sempre pronta ad accogliere tutte le nostre aspettative stravolgendole completamente, sempre un passo avanti ad ogni nostra previsione facendola risultare il nulla rispetto a quanto lei realmente è in grado di capovolgere sempre tutto. Rendendo semplicemente ogni cosa eccezionale, rara e differente.

  2. 4 out of 5

    Vale198

    5 stelle Nonostante questo libro valga per due libri visto la lunghezza ci ho messo pochi giorni per leggerlo, ormai Kira Shell è diventata una delle mie autrici preferite 😍 con Neil e Selene me ne ero innamorata ed anche qui ne sono certa non sarà di meno. Avrei voluto dare 5+ fino agli ultimi due capitoli ma poi 😡😡😡 gli ultimi due mi hanno fatto infuriare. Unica pecca a parte i due capitoli finali,l’assenza del pov maschile per quanto mi riguarda il libro ne risente perché non si riesce a deci 5 stelle Nonostante questo libro valga per due libri visto la lunghezza ci ho messo pochi giorni per leggerlo, ormai Kira Shell è diventata una delle mie autrici preferite 😍 con Neil e Selene me ne ero innamorata ed anche qui ne sono certa non sarà di meno. Avrei voluto dare 5+ fino agli ultimi due capitoli ma poi 😡😡😡 gli ultimi due mi hanno fatto infuriare. Unica pecca a parte i due capitoli finali,l’assenza del pov maschile per quanto mi riguarda il libro ne risente perché non si riesce a decifrare Efrem. Quando uscirà il prossimo? 😣🙄🤔 non vedo l’ora.

  3. 5 out of 5

    Eleonora Stabile

    Se volessi riassumere il romanzo con una parola, sarebbe cringe.Ho letto che in molte recensioni viene definito elegante, quando quello che viene in mente a me è pacchiano. Una serie di vocaboli ricercati e forbiti non salva una prosa farraginosa, altalenante e fastidiosa. Thea è una protagonista davvero poco credibile, con un livello di trasgressione pari a Hello Kitty Emo. Efrem Krugher è un'idea di uomo così desolante, da lasciare sconcertati: la sua presunta cultura è uno sfoggio macchiettistic Se volessi riassumere il romanzo con una parola, sarebbe cringe.Ho letto che in molte recensioni viene definito elegante, quando quello che viene in mente a me è pacchiano. Una serie di vocaboli ricercati e forbiti non salva una prosa farraginosa, altalenante e fastidiosa. Thea è una protagonista davvero poco credibile, con un livello di trasgressione pari a Hello Kitty Emo. Efrem Krugher è un'idea di uomo così desolante, da lasciare sconcertati: la sua presunta cultura è uno sfoggio macchiettistico di nozioni sull'antica Grecia e i manuali di psicoanalisi per principianti. Ho capito che è bono, non serve ribadirlo ogni tre righe. L'unica nota positiva è il personaggio di Juliette, che per quanto finto, appare comunque più realistico della sfilata di cartonati che sono gli altri personaggi, e la trattazione dei disturbi alimentari è abbastanza appropriata. Non è dark, è solo kinky, e il plot twist finale è da telenovela. Speravo in un erotico fine e psicologico, non l'ho avuto.

  4. 4 out of 5

    Vicky Sp

     Recensione sulla mia pagina Bookstagram https://www.instagram.com/p/CWODM3Bsu... «Il dottor Krugher profumava di primavera, ma custodiva dentro di sé il fuoco spossante della calura estiva. Non era un uomo come gli altri, forse non apparteneva neanche al nostro mondo. Lui era energia mistica, vita e libertà. Un abisso di enigmi. Un oscuro mistero, più grande della morte stessa». Al suo cospetto era nulla qualsiasi espressione di volontà, forza o pensiero che non fosse in sintonia con le sue rigid  Recensione sulla mia pagina Bookstagram https://www.instagram.com/p/CWODM3Bsu... «Il dottor Krugher profumava di primavera, ma custodiva dentro di sé il fuoco spossante della calura estiva. Non era un uomo come gli altri, forse non apparteneva neanche al nostro mondo. Lui era energia mistica, vita e libertà. Un abisso di enigmi. Un oscuro mistero, più grande della morte stessa». Al suo cospetto era nulla qualsiasi espressione di volontà, forza o pensiero che non fosse in sintonia con le sue rigide direttive, molto spesso al limite della sopraffazione. Lui era fuoco e fiamme. Desiderio carnale, viscerale, impudico. Impeto e passione governavano le sue espressioni facciali, rigide e controllate nella mascella volitiva, e le frasi ad effetto che, da perfetto oratore quale era, usava per manovrare le persone, di fatto manipolandole. Usava sapientemente cultura e intelligenza al fine di nascondere la sua vera essenza di uomo perverso, diabolico e perfido. E dietro parole e concetti che esprimevano la sua conoscenza forbita e sapiente, riusciva a celare al mondo gli istinti più licenziosi. Inoltre possedeva armi che lo rendevano invincibile, come la bontà di un essere umano ma anche la ferocia tipica di un animale. I suoi atteggiamenti erano dettati dalla lussuria più sfrenata che baluginava nei suoi occhi verde azzurro, era come un leone pronto a sbranare la sua preda ma solo nel momento in cui l’avesse ritenuto più opportuno e confacente ad un uomo della sua portata. Razionalità e istinto erano le caratteristiche che più gli si addicevano, infatti riusciva perfettamente a gestire passioni ragione e pulsioni, in un perfetto equilibrio armonico, tanto da non risultare essere neppure di questo mondo talmente fosse macchinoso ed ingegnoso il suo intelletto. In virtù di tali considerazioni Thea non si sentiva in colpa per il trasporto che nutriva verso di lui, privo di freni e ritegno morale, e neppure riteneva di essere un mero oggetto nelle sue mani, plasmabile a suo comando e piacimento. No, affatto. Semplicemente aveva deciso di concedersi il privilegio di essere se stessa con l’unico uomo che era certa non l’avrebbe mai giudicata. E così forse sarebbe riuscita ad affrontare una volta per tutte il suo passato: «Efrem mi completava. Non c’erano sentimenti, non c’era nessuna relazione, ma eravamo complementari come una ninfa e un satiro destinati a unirsi, a immergersi nel loro mondo bucolico, contaminato da una sporca lussuria e un erotismo diverso… Diverso da chi non era come noi». «Ich will dich», ti voglio bambina. 🖋️Sono rimasta completamente rapita ed affascinata da questo romanzo accattivante e ipnotico. Mi ha tenuta incollata alle pagine come non credevo possibile perché la brama di sapere chi si nascondesse in realtà dietro l’espressione integerrima e glaciale dell’austero dottore mi ha consumata capitolo dopo capitolo. Il libro è ricco di richiami alla mitologia e riferimenti a statue rappresentative descritte nei dettagli con così tanti approfondimenti da consentire al lettore di poterle realmente visualizzare, al fine di ammirarne fascino e bellezza senza tempo. 🖋️Il romanzo si snoda attorno ad una psicologia introspettiva dei personaggi ben curata, espressione certamente di meticolose ricerche effettuate dall’autrice sui vari temi oggetto del libro, che ha saputo trattare con rispetto e riguardo.    

  5. 5 out of 5

    Simoloverosa

    5 👑 Lasciatemi dire che siamo davanti ad un libro dal fascino superbo e magnetico. La prosa della Shell si conferma elegante, armoniosa, divina e il suo tratto ricercato ed estremamente curato rende quest'opera letteraria unica nel suo genere. Un dark romance ad alto livello che spicca per l' arguta sapienza con la quale l' autrice disseta le nostre menti continuamente assetate di storie ammalianti e conturbanti. L' utilizzo di un linguaggio raffinato ed eccelso e una preparazione medico-psichiat 5 👑 Lasciatemi dire che siamo davanti ad un libro dal fascino superbo e magnetico. La prosa della Shell si conferma elegante, armoniosa, divina e il suo tratto ricercato ed estremamente curato rende quest'opera letteraria unica nel suo genere. Un dark romance ad alto livello che spicca per l' arguta sapienza con la quale l' autrice disseta le nostre menti continuamente assetate di storie ammalianti e conturbanti. L' utilizzo di un linguaggio raffinato ed eccelso e una preparazione medico-psichiatrica encomiabile le conferiscono una nota di gran merito collocandola altresì tra le penne più ammirevoli e geniali del panorama rosa italiano. Attraverso gli occhi e le sensazioni emotive di Thea entriamo in un mondo cupo e misterioso dove il dolore assume sembianze demoniache che devastano l' anima e dominano la mente fino a sconfinare in uno stato parallelo in cui la percezione tramuta la realtà e gli elettrizzanti desideri peccaminosi diventano un allettante diversivo per alleviare il tormento infestante della noia e della sofferenza. L' enigmatico psichiatra Efrem Krugher diventa così, per Thea, l' oggetto del desiderio più delirante e sfrenato, le sue smodate e febbrili attenzioni si riversano impellenti sul suo corpo scolpito e imponente e sui suoi notevoli occhi smeraldini che hanno la forza di scioglierla e annientarla con la loro austera freddezza. Efrem è un uomo maturo ed autoritario, dotato di una spiccata perspicacia capace di cogliere i segreti degli animi più nascosti e carpire con astuzia le intenzioni, riesce facilmente ad incantare con suadenti parole attraverso le quali ostenta una cultura classica ellenistica ragguardevole quasi ossessiva ed ipnotizza le menti con filosofica saggezza ma al contempo dotato di un lato estremo molto oscuro e tenebroso segretamente custodito nella sua anima con il quale incute reverenziale timore e timida soggezione. Thea sa quanto il fuoco sia pericoloso ma la dannata voglia di scottarsi la inducono alla ribellione sfidando il suo psichiatra in un gioco di seduzione perverso e pericoloso in cui si avverte una forte carica erotica che esplode solo attraverso gli sguardi, i respiri, l' intensità degli attimi intercorsi e l' elettricità calamitante sprigionata dall' eccitazione. Una strana energia ancestrale si respira durante la lettura e addentrandosi nella storia si precipita in un abisso vorticoso dove gli istinti insaziabili e irrefrenabili si scontrano con la logica consapevolezza di se stessi, della propria essenza e dei propri limiti e la realtà assume aspetti sempre più contorti e sorprendenti di quanto inizialmente sembrino. Un dark psicologico che scorre con pacata lentezza per dar modo al lettore di ambientarsi nella maestosita dei luoghi descritti e carpire indizi disseminati fondamentali su cui riflettere per entrare nella dinamica della storia. Due protagonisti complessi che intrigano in un crescendo di desiderio e paura, un bolero raveliano di personaggi secondari e particolari sempre piu inquietanti affiorano man mano dando vita ad una trama sinfonica sempre più intricata e avvolta da uno sconcertante alone di mistero celato dietro il fascino oscuro e sfacciato di un uomo la cui mente è di un intelligenza disarmante e attraente, un uomo di cui vorrete presto la chiave per aprire la porta della sua anima.

  6. 4 out of 5

    Sabrina Del Prete

    ma che cazzo ho appena finito di leggere

  7. 4 out of 5

    Roberta Puxeddu

    Questo libro per me è un grande boh. Non riuscivo a staccarmi dal libro, questo lo ammetto. Ammetto anche però che nelle parti troppo descrittive e ripetitive (molto ripetitive alcune) mandavo avanti velocemente leggendo a mala pena. Non mi ha convinto a pieno

  8. 4 out of 5

    Elisa Voppe

    Sarà una unpopular opinion, ma io l'ho trovato una noia incredibile sto libro! Sarà una unpopular opinion, ma io l'ho trovato una noia incredibile sto libro!

  9. 4 out of 5

    Lara Dei

    Imprevedibile! Mi è piaciuto tantissimo! In una sola parola: WOW 📗📒📙📘📕 Definire quest’opera “solo” un volume dark è davvero riduttivo. Leggendo questo romanzo vi renderete conto di non avere semplicemente tra le mani un libro, ma tanti, tanti libri diversi! 📗📒📙📘📕 Questa nuova saga nasce da un enorme lavoro di ricerca e grazie a un grande studio di trasposizione di miti, di scienza e di letteratura. 🖋 Ne consiglio la lettura non solo agli amanti del genere dark, ma anche agli appassionati del genere no Imprevedibile! Mi è piaciuto tantissimo! In una sola parola: WOW 📗📒📙📘📕 Definire quest’opera “solo” un volume dark è davvero riduttivo. Leggendo questo romanzo vi renderete conto di non avere semplicemente tra le mani un libro, ma tanti, tanti libri diversi! 📗📒📙📘📕 Questa nuova saga nasce da un enorme lavoro di ricerca e grazie a un grande studio di trasposizione di miti, di scienza e di letteratura. 🖋 Ne consiglio la lettura non solo agli amanti del genere dark, ma anche agli appassionati del genere no fiction, dei romanzi erotici e dei thriller psicologici. 🖋 Se avete amato la precedente saga “Kiss Me Like You Love Me” e volete gustarvi al massimo questa nuova storia, vi esorto a non pensare troppo ai SELEIL e soprattutto vi sconsiglio di fare dei confronti! 🖋 Thea ed Efrem sono due personaggi del tutto unici e originali rispetto a Neil e Selene, quindi, non paragonateli fra loro, sono due storie completamente diverse e meritano di essere lette senza pregiudizi o strane aspettative. 🖋 Kira è una garanzia di qualità ed eccellenza. Il suo tratto di penna elegante e ricercato, risulta sempre fluido e scorrevole. Le ambientazioni delle scene e tutte le descrizioni sono sempre perfettamente bilanciate nella storia e arricchiscono la narrazione senza mai appesantirla e sempre mantenendo viva l’attenzione e la curiosità del lettore. 🖋 In questo primo volume della saga, il ritmo della narrazione inizialmente è lento, ma poi prende una brusca accelerata fino a diventare un turbinio di emozioni devastanti. Man mano che la lettura entrerà nel vivo della storia, vi sembrerà di essere su una strana altalena di emozioni. In alcuni momenti proverete anche una particolare senzazione di smarrimento e di claustrofobia, ma non potrete fare a meno di sentirvi attratti in maniera irresistibile dalla storia e andare avanti. E quando si spalancheranno le porte dell’Inferno, sarete risucchiati in una voragine di lussuria da far invidia al secondo girone Dantesco! 🖋 Le atmosfere sono cupe, ma illuminate con intelligenza dal fuoco della sapienza grazie ai numerosi riferimenti alla mitologia greca. Quando l’erotismo viene trattato con eleganza e raffinatezza, non risulta mai volgare,anzi, estremamente attraente! 🖋 Kira si muove abilmente fra argomenti ostici, considerati spesso Tabù, con la stessa grazia di una sacerdotessa. 🖋 Solo quando un autore riesce a sospendere il giudizio riesce a trasmettere al lettore i messaggi più importanti: Non esistono comportamenti giusti o sbagliati, ma solamente modi di agire che possono essere socialmente accettati o meno. Solo analizzando i comportamenti dei personaggi dal punto di vista “antropologico” si possono comprendere alcune scelte senza giudicarle abberranti. E solo “aprendo la mente” dei lettori si possono creare dei veri capolavori! 🖋 Kira è un’autrice fantastica, ho divorato questo suo primo volume in poco più di ventiquattro ore! Aspetto con ansia il secondo, il terzo e tutti quelli che verranno! 🖤🖤🖤🖤🖤 Un bacione a tutti dalla vostra Lara Dei😘 🖤🖤🖤🖤🖤 Un’ultima cosa: LEGGETELO!

  10. 4 out of 5

    Rika

    Libro preferito dell’anno✅ rtc.

  11. 4 out of 5

    Livres_beaux

    Meet Efrem Krugher è la nuova uscita di 𝗞𝗶𝗿𝗮 𝗦𝗵𝗲𝗹𝗹,che dopo averci fatte innamorare con Kiss me like you love,torna con una storia completamente diversa e sovverte ogni certezza,partiamo dal principio:chi sono i nostri protagonisti? Thea Jensen è una chitarrista ventenne che è costretta per problemi fisici a trascorrere le proprie giornate in una clinica molto particolare e cupa:l’Asklepios,che si presenta da subito come un luogo immerso dalla mitologia greca,questa clinica si contraddistingue pe Meet Efrem Krugher è la nuova uscita di 𝗞𝗶𝗿𝗮 𝗦𝗵𝗲𝗹𝗹,che dopo averci fatte innamorare con Kiss me like you love,torna con una storia completamente diversa e sovverte ogni certezza,partiamo dal principio:chi sono i nostri protagonisti? Thea Jensen è una chitarrista ventenne che è costretta per problemi fisici a trascorrere le proprie giornate in una clinica molto particolare e cupa:l’Asklepios,che si presenta da subito come un luogo immerso dalla mitologia greca,questa clinica si contraddistingue per la presenza di uno psichiatra molto rinomato,che è il nostro protagonista,Il dottor Efrem Krugher… Thea sin da subito viene attratta dal dottore,ma non tiene in conto che lui sia diverso da tutti gli altri:è un uomo adulto,più grande di 17 anni,con un enorme bagaglio culturale e di vita,che quando lo senti parlare è come se tutti i tuoi sensi venissero sopraffatti da una forza maggiore….Tant’è vero che ne parla molto di questi temi e cerca di instaurare un rapporto psichico con Thea,le fa compiere un viaggio interiore alla scoperta dei suoi lati più nascosti ma che sente di dover esprimere;del nostro protagonista noi conosciamo poche cose,e quelle che sappiamo,sono pure incerte, però senza sapere nulla,sei sempre più affascinata da questo UOMO,io ne ho letti di libri e di protagonisti,ma come lui,MAI,Efrem ti affascina e ti annichilisce con una parola o un discorso astruso,che ti colpisce e ti dimostra quanto sia intelligente,ma a livello globale,le tue certezze naufragano un po’ come i marinai ammaliati dal canto delle sirene.Thea è la sirenetta che mette a dura prova la serietà e il rigore dimostrato fin da subito dal nostro psichiatra. Il prologo dal punto di vista del dottor Krugher è F-A-V-O-L-O-S-O,credetemi sulla parola, solo con questi assaggio dei suoi pensieri e delle sue parole,ero affascinata e attratta sin dalle prime righe,pure quando Thea lo descrive,vorresti essere al suo posto e parlare per ore di argomenti psicologici e filosofici. In questo libro Kira si è dimostrata superiore,uno stile elevato sotto ogni aspetto,elegante e attinente agli argomenti trattati,vorrei soffermarmi in questo punto:con Kiss me si era dimostrata capace di trattare argomenti delicati con massima capacità espressiva ed emotiva,mentre in MEK si è superata,i disturbi di Thea,la conoscenza di Efrem,sono tutti fattori dovuti da uno studio di grande portata che va al di là della semplice ricerca ,quindi i miei complimenti K.S✨ Come dice un personaggio:ℕ𝕠𝕟 𝕗𝕚𝕕𝕒𝕣𝕥𝕚 𝕕𝕚 𝕟𝕖𝕤𝕤𝕦𝕟𝕠…. ->Concordo,perché dopo la fine avrete dubbi esistenziali su tutto,persino sui protagonisti stessi e no:sono seria. La clinica custodisce misteri di ogni genere. Leggetelo e non ve ne pentirete ❤️‍🔥

  12. 5 out of 5

    Simona Tarantini

    Mi aspettavo moltooo meglio Premetto che sono una grandissima fan di Kira Shell, ho amato la sua serie d'esordio, l'ho riletta e adorata e avevo grandi aspettative su questo libro. Che dire? Protagonista insopportabile, capisco i suoi problemi anche piuttosto seri e gravi ma non giustifico il suo comportamento privo di qualsiasi forma di giudizio e responsabilità, il protagonista maschile E CHE VE LO DICO A FARE il dio greco per eccellenza, l'incarnazione dell'eros elogiato in tutti i modi possib Mi aspettavo moltooo meglio Premetto che sono una grandissima fan di Kira Shell, ho amato la sua serie d'esordio, l'ho riletta e adorata e avevo grandi aspettative su questo libro. Che dire? Protagonista insopportabile, capisco i suoi problemi anche piuttosto seri e gravi ma non giustifico il suo comportamento privo di qualsiasi forma di giudizio e responsabilità, il protagonista maschile E CHE VE LO DICO A FARE il dio greco per eccellenza, l'incarnazione dell'eros elogiato in tutti i modi possibili, ma va bene possiamo pure andare oltre, nelle prime 400 pagine non succede nulla, solo la protagonista che continua assiduamente a disubbidire a qualsiasi cosa, dopo di che comincia a movimentarsi e li ho sperato che potesse migliorare fino a quando tutto degenera e della relazione tra psichiatra e paziente non se ne vede manco l'ombra Se volete una spiegazione e volete godere di descrizione di statue di miti greci e mitologia greca ne troverete in ogni dove finendo veramente nel trash... Non ci siamo proprio Spero migliori con il secondo che non so se leggerò

  13. 4 out of 5

    Il Cimitero Dei Libri Dimenticati

    Io odio giudicare un libro, ma sono così delusa che il mio personalissimo parere lo devo esprimere. In quelle due stelle c'è l'unico aspetto positivo e non so se sia dovuto al libro o alla mia persona. Sono arrivata fino all'ultima pagina spinta solo dalla curiosità di vedere come finisse. L'ho trovato esagerato, surreale, banale. La scrittura non mi ha entusiasmato o forse, essendo in prima persona, non mi ha per niente entusiasmato la protagonista. Thea è bipolare, Efrem un adone ma totalmente Io odio giudicare un libro, ma sono così delusa che il mio personalissimo parere lo devo esprimere. In quelle due stelle c'è l'unico aspetto positivo e non so se sia dovuto al libro o alla mia persona. Sono arrivata fino all'ultima pagina spinta solo dalla curiosità di vedere come finisse. L'ho trovato esagerato, surreale, banale. La scrittura non mi ha entusiasmato o forse, essendo in prima persona, non mi ha per niente entusiasmato la protagonista. Thea è bipolare, Efrem un adone ma totalmente irrealistico. Ciò che succede mi lascia interdetta, non lo capisco. Non ho letto un bel libro, non è stata un'esperienza da ricordare.

  14. 5 out of 5

    ⛈serena⛈

    Spesso non presto molta attenzione alla trama di un romanzo che sto per leggere. Di questo romanzo sapevo che la protagonista, Thea, una chitarrista di una band rock, ha un disturbo alimentare e per questo motivo dovrà seguire un percorso riabilitativo in una clinica. Il proprietario della clinica, nocche il suo psichiatra, è Efrem Krugher. Un uomo molto affascinante di 37 anni. E mi sono detta? Okay tematica age gab, paziente/medico, sarà questo. Vero, ma è solo l’inizio. Thea non solo dovrà aff Spesso non presto molta attenzione alla trama di un romanzo che sto per leggere. Di questo romanzo sapevo che la protagonista, Thea, una chitarrista di una band rock, ha un disturbo alimentare e per questo motivo dovrà seguire un percorso riabilitativo in una clinica. Il proprietario della clinica, nocche il suo psichiatra, è Efrem Krugher. Un uomo molto affascinante di 37 anni. E mi sono detta? Okay tematica age gab, paziente/medico, sarà questo. Vero, ma è solo l’inizio. Thea non solo dovrà affrontare i problemi tipici della sua età e della sua condizione psico-fisica, ma inizierà a far emergere quel lato della sessualità che ha cercato di tenere nascosto. Questo romanzo affronta tematiche molto delicate ed è sicuramente dedicato ad un pubblico adulto. Il libro è dal punto di vista di Thea, conferendo un ancora più grande alone di mistero sui pensieri dell’enigmatico Efrem Krugher. Conosciamo il personaggio di Thea con le sue fragilità tipiche della sua età ma anche caratteristici della malattia che sta affrontando; la sua avversione verso il suo corpo e il cibo. Nonostante questo Thea riesce però ad essere un personaggio forte, con le proprie idee, senza peli sulla lingua e con il coraggio di dire sempre ciò che pensa indipendentemente da chi si trova davanti. Di questo libro ho iniziato lentamente ad amare tutti i personaggi secondari, si Mitch sto parlando di te, e spero davvero di riuscire ad inquadrarli ancora meglio nel prossimo volume. Infine vorrei scrivere un tema per le ultime 50 pagine ma mi limiterò a rubare una metafora a Thea, che giostra. Ho provato gioia, rabbia, confusione, incredulità. 5 stelle, datemi il secondo grazie.

  15. 5 out of 5

    Marianna De Cristofaro

    "Commetti il più vecchio dei peccati nel più nuovo dei modi." WILLIAM SHAKESPEARE Buonasera! Oggi vi parlo Dark Desires primo volume della serie Meet Efrem Krugher di Kira Shell Questo romanzo mi ha leggermente sconvolta in tutto. Dorothea o conosciuta anche come Thea ha vent'anni ed è la chitarrista di una banda I Bright Demons. Thea dopo aver perso la madre smarrisce se stessa e rischia di mettere in pericolo la sua carriera. Preoccupati per lei la nonna e il suo manager la spingono ad affidarsi "Commetti il più vecchio dei peccati nel più nuovo dei modi." WILLIAM SHAKESPEARE Buonasera! Oggi vi parlo Dark Desires primo volume della serie Meet Efrem Krugher di Kira Shell Questo romanzo mi ha leggermente sconvolta in tutto. Dorothea o conosciuta anche come Thea ha vent'anni ed è la chitarrista di una banda I Bright Demons. Thea dopo aver perso la madre smarrisce se stessa e rischia di mettere in pericolo la sua carriera. Preoccupati per lei la nonna e il suo manager la spingono ad affidarsi alle cure del dottor Efrem Krugher, psicologo olistico che dirige questa clinica dove star di Hollywood si curano. Efrem affiancato dal suo migliore amico e legale della clinica è Mitchell Riley che è letteralmente Thor (io amo Thor!). Efrem spinge Thea a scoprire la sua vera lei la sua parte oscura. Tra le mure della clinica ci sono dei misteri molto oscuri e segreti. Il finale del libro mi ha letteralmente sconvolta 😱. Comunque apparte Mitchell che è perfetto con il volto di Chris Hemsworth mentre per Efrem ci vedo bene Henry Cavill Io amo fare il casting dei personaggi dei libri che leggo. Leggetelo perché è veramente sconvolgente come libro.

  16. 5 out of 5

    Giulia Blackthorn

    no goodreeds non voglio scrivere una recensione, VOGLIO SOLO IL SECONDO LIBRO. POSSO?

  17. 5 out of 5

    Erica Prontera Libriefrasi.italia

    I Dark Romance non rientrano esattamente tra i miei generi preferiti e chi mi segue lo sa benissimo, però ultimamente ne ho letti diversi e ho scoperto una cosa interessante: quando un libro è scritto bene, di qualsiasi genere sia, ti appassiona. Quindi è abbastanza inutile dire che non ci piace un genere o un altro, se l’autrice è capace di ammaliare lo fa in tutte le salse. Thea è la chitarrista di una rock-band, ha un problema di anoressia nervosa atipica e non vuole ammetterlo a se stessa, è I Dark Romance non rientrano esattamente tra i miei generi preferiti e chi mi segue lo sa benissimo, però ultimamente ne ho letti diversi e ho scoperto una cosa interessante: quando un libro è scritto bene, di qualsiasi genere sia, ti appassiona. Quindi è abbastanza inutile dire che non ci piace un genere o un altro, se l’autrice è capace di ammaliare lo fa in tutte le salse. Thea è la chitarrista di una rock-band, ha un problema di anoressia nervosa atipica e non vuole ammetterlo a se stessa, è convinta che il disagio sia negli occhi di chi la guarda e non nel suo corpo. Sente un mostro crescere dentro di se e non riesce a combatterlo, non ha le armi giuste. Però la musica è più importante e quindi alla fine accetta di restare diversi mesi rinchiusa in una clinica. e cure saranno affidate al Dottor Krugher, uno psichiatra molto ambito che prenderà a cuore il caso di Thea. Nella clinica ci sono molte regole, Thea non è esattamente un tipo che le rispetta, spesso e volentieri si ritroverà a discutere con il medico, con l’equipé. Questo la porterà a conoscere meglio il dottor Krugher che non è soltanto bello, ma anche ammaliante e ha una testa complessa che incuriosisce tantissimo la nostra Thea. Non voglio aggiungere altro riguardo alla trama, perché è bello scoprirla piano piano, questo libro è succulento, pieno zeppo di colpi di scena. L’ho assaporato lentamente, leggendone un centinaio di pagine al giorno e me lo sono goduto fino all’ultima pagina. Thea è stata creata con un disturbo alimentare, ma la cosa che mi ha stupito è stato il modo in cui Kira ha parlato del disturbo, non è soltanto una cosa di sfondo, è reale, si comprende la sofferenza della ragazza.

  18. 5 out of 5

    cecilia

    davvero bellissimo e coinvolgente, secondo me è perfetto per uscire dal blocco del lettore. alcuni personaggi non mi hanno fatto impazzire ma comunque non vedo l’ora che esca il secondo volume <3

  19. 5 out of 5

    Ivy

    «Siamo tutti vittime o schiavi dinanzi alla malvagità di chi possiede la forza d’incantare». Prima di tutto voglio fare i complimenti a Kira, si è davvero superata. In MEK ritroviamo il suo stile inconfondibile ma maturato, sempre elegante, questa volta più complesso ma estremamente scorrevole. Sono rimasta piacevolmente sorpresa da Thea, dal suo fare ribelle e ironico nonostante la situazione che affronta, una ragazza con le unghie pronte a graffiare. Non è stato difficile ritrovarmi in lei in c «Siamo tutti vittime o schiavi dinanzi alla malvagità di chi possiede la forza d’incantare». Prima di tutto voglio fare i complimenti a Kira, si è davvero superata. In MEK ritroviamo il suo stile inconfondibile ma maturato, sempre elegante, questa volta più complesso ma estremamente scorrevole. Sono rimasta piacevolmente sorpresa da Thea, dal suo fare ribelle e ironico nonostante la situazione che affronta, una ragazza con le unghie pronte a graffiare. Non è stato difficile ritrovarmi in lei in certi aspetti. Ho riso con le sue provocazioni sfacciate e il suo modo di fare a volte sconsiderato e impacciato. Per non parlare di Efrem, lui? Unico, affascinante ed elegante, un uomo, anzi, come ci scrive Shakespeare un gentiluomo ma che in realtà è un principe delle tenebre, mai affermazione più vera. Sia lui che Thea hanno decisamente molto ancora da dirci. Anche i personaggi secondari, nonostante alcuni siano più presenti di altri, sono ben caratterizzati e intriganti. Le tematiche sono state affrontate davvero in modo impeccabile e in certi casi è facile cadere nel banale o nel grossolano, ma questo non è successo con Kira. Se arrivate dopo Kiss Me sappiate che è una storia totalmente diversa, più cupa, matura e decisamente particolare. Non posso che consigliarlo a chi ama i Dark Romance. Ora aspetto il secondo con ansia, perchè ovviamente il finale illegale doveva esserci e questo al momento è diventato il mio libro preferito dell'anno ed era palese sarebbe successo. Grazie Kira, ci sei riuscita di nuovo.

  20. 4 out of 5

    Arianna

    Partivo molto prevenuta… e mi sono dovuta ricredere! Meet Efrem Krugher mi è piaciuto davvero molto! È un dark romance destinato a un pubblico adulto e consapevole (e aggiungerei di ampie vedute). Mi ha ipnotizzata fin dal prologo (che ho riletto due volte da tanto ne ero rimasta impressionata). Anche se è il capitolo introduttivo di una saga, non mi ha mai annoiata. Anzi, spesso dovevo interrompere la lettura per rifletterci sopra. La scrittura sa essere ricercata senza risultare stucchevole o pro Partivo molto prevenuta… e mi sono dovuta ricredere! Meet Efrem Krugher mi è piaciuto davvero molto! È un dark romance destinato a un pubblico adulto e consapevole (e aggiungerei di ampie vedute). Mi ha ipnotizzata fin dal prologo (che ho riletto due volte da tanto ne ero rimasta impressionata). Anche se è il capitolo introduttivo di una saga, non mi ha mai annoiata. Anzi, spesso dovevo interrompere la lettura per rifletterci sopra. La scrittura sa essere ricercata senza risultare stucchevole o prolissa, e nella narrazione compaiono molti riferimenti alla mitologia ellenica e alla psicanalisi. Thea è una protagonista molto complessa nella sua sofferenza e nelle sue contraddizioni interne ed esterne. Cerca se stessa, sbaglia e si fa del male. Efrem invece… è un’incognita. Ammetto che sono troppo confusa a riguardo (e traumatizzata dal finale 😳). In alcune pagine credevo che stesse esercitando una fine manipolazione psicologica, in altre mi illudevo che non avesse cattive intenzioni… Insomma, mi ha irretita! Di sicuro è un uomo tanto intelligente quanto pericoloso. Thea avrebbe potuto ripetermi meno volte quanto fosse “virile” e divinamente bello che mi sarebbe piaciuto comunque 😅 … ma questi sono gusti personali. D’ora in poi non potrò più ascoltare Wicked Game di Chris Isaac senza pensare a lui… 👀 Cliffhanger illegale, comunque. Quando ho voltato pagina e ho trovato la playlist avrei voluto urlare.

  21. 4 out of 5

    Giulia

    This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here. Meet Efrem Krugher 5⭐ Il Principe delle tenebre è un gentiluomo. William Shakespeare Ho aspettato una settimana per scrivere questa recensione, dovevo ancora metabolizzare il tutto. Io mi sono completamente innamorata di questa storia. Ho adorato ogni scena. Ho adorato il modo di parlare di Efrem, starei ore ed ore ad ascoltare le sue nozioni sulla psicoterapia e su tutti i disturbi su cui è preparato. Ho adorato il collegamento con la mitologia greca che io adoro follemente. Ho adorato Thea, mi sono ris Meet Efrem Krugher 5⭐ Il Principe delle tenebre è un gentiluomo. William Shakespeare Ho aspettato una settimana per scrivere questa recensione, dovevo ancora metabolizzare il tutto. Io mi sono completamente innamorata di questa storia. Ho adorato ogni scena. Ho adorato il modo di parlare di Efrem, starei ore ed ore ad ascoltare le sue nozioni sulla psicoterapia e su tutti i disturbi su cui è preparato. Ho adorato il collegamento con la mitologia greca che io adoro follemente. Ho adorato Thea, mi sono rispecchiata tantissimo in lei, per questo ho vissuto un lungo viaggio di un mese e qualche settimana con questi personaggi. Ho adorato i collegamenti con Sigmund Freud e le spiegazioni di Efrem. Sono stupende, come ho già detto starei ore ad ascoltarlo😍🖤. Efrem e Thea sono complementari, sono opposti, ma la loro oscurità li unisce ed insieme formano un caos perfetto. Ho adorato il modo in cui la presenza di Thea potesse mettere in subbuglio il lavoro di Efrem. I miei capitoli preferiti sono stati il 26 e il 28. ⚠️ALERT SPOILER ⚠️ Ma di più il 28, dove Efrem e Thea si sono baciati per la prima volta, è stato così emozionante e unico. Anche perché è stato l'unico bacio, quindi è stato molto passionale. Ho adorato l'essere dominante di Efrem, come si chiamano all'Himeros "Racker". Molti potrebbero non accettare una cosa del genere, potrebbe fargli schifo, infatti questo libro non è assolutamente per quel tipo di persone. Io l'ho trovato perennemente unico sotto ogni punto di vista. A parte il fatto che Mitchell e Juliette sono qualcosa di unico, spero che nel secondo volume si possano intravedere più scene tra loro due. Per me questo libro è stato molto importante, perché mi ha accompagnato in un periodo che è iniziato nella mia vita, dove ho notato varie somiglianze e per questo l'ho vissuto a pieno. Questo libro può essere letto dalle persone mature con una mente abbastanza aperta, per non dare pregiudizi. Anche perché MEK è una storia strutturata alla perfezione. E poi stiamo parlando di Kira, che è la Queen. Le sue storie sono sempre così uniche, perché i suoi dark romance hanno molte sfumature che la rendono unica nel suo genere. Infatti MEK è più un dark psicologico. C'è solo un pov ed è di Thea, però c'è il prologo dove parla Efrem. E già là si può capire quanto sia "maestro" con le parole. Mi ha totalmente colpito, mai letto un prologo del genere. Di solito a me i prologhi annoiano o non piacciono, ma quelli di Kira sono l'eccezione alla regola. MA IL MIO PERSONAGGIO PREFERITO IN ASSOLUTO È BEN. L'HO AMATO FIN TROPPO. DALL'INZIO ALLA FINE. MA SI SA. A chi piacciono i Dark Romance e tutte le sue sfumature, di conseguenza gli piacciono gli uomini/ragazzi problematici e disturbati fino al midollo. NON SI ESCLUDONO ANCHE LE RAGAZZE PROBLEMATICHE. Sarà dura aspettare il secondo volume, probabilmente farò almeno due letture nel corso del 2022. «Ich Will dich». Sussurrò in tedesco. «Traducimi ciò che hai detto, ti prego...» Faticai a parlargli, completamente persa e intonita, tenendomi stretta al suo palmo, incurante di chi ci stava ascoltando o fissando. Tutt'attorno non esisteva più niente, oltre a me, a lui e all'intimità che ci univa. Efrem si lambì il labbro inferiore e socchiuse gli occhi, deliziato dal mio sapore e compiaciuto nel vedermi prostata a lui, completamente sconfitta. Ero sua. Solo sua. «Significa che ti voglio bambina». 🌹⚕️🖋️

  22. 5 out of 5

    Gaia

    Niente questo libro è un capolavoro. Non ho per nulla per nulla sentito la differenza di età tra i due protagonisti. Thea non è la solita protagonista. Efrem è un personaggio particolare, parecchio enigmatico, lo paragonerei ha un libro da scoprire di cui non sai nulla, direi che è anche un persona filosofica e di conseguenza razionale, che fa fatica a perdere il controllo. Mi aveva intrigato già da come l'ho aveva presentato l'autrice ma adesso che sono qualcosa di più, mi affascina parecchio. D Niente questo libro è un capolavoro. Non ho per nulla per nulla sentito la differenza di età tra i due protagonisti. Thea non è la solita protagonista. Efrem è un personaggio particolare, parecchio enigmatico, lo paragonerei ha un libro da scoprire di cui non sai nulla, direi che è anche un persona filosofica e di conseguenza razionale, che fa fatica a perdere il controllo. Mi aveva intrigato già da come l'ho aveva presentato l'autrice ma adesso che sono qualcosa di più, mi affascina parecchio. Di sicuro mi affascina dal punto di vista fisico, ma a quel non so che mi affascina anche dal punto di vista psicologico. Merita di essere letto come il resto dei libri di Kira. Non so come altro esprimermi, non ho ancora metabolizzare il finale e vorrei tanto ci fosse già il secondo. Quindi in conclusione merita tanto questo libro

  23. 4 out of 5

    damadeilibriii

    •Io amo Juliette: è la speranza fatta persona. La luce alla fine del tunnel. Ho amato questo contrasto tra il personaggio di Dorotea, testarda e ribelle, e Juliette, pura e innocente. •Io e Dorothea abbiamo una piccola cosa in comune: entrambe ci rendiamo conto di aver sbagliato solo dopo aver commesso l’errore. Ho dei pensieri contrastanti riguardo a Thea, una ragazza che si sente sbagliata, sporca, corrotta, perché i suoi desideri non combaciano con gli ideali della società. Perché deve sentir •Io amo Juliette: è la speranza fatta persona. La luce alla fine del tunnel. Ho amato questo contrasto tra il personaggio di Dorotea, testarda e ribelle, e Juliette, pura e innocente. •Io e Dorothea abbiamo una piccola cosa in comune: entrambe ci rendiamo conto di aver sbagliato solo dopo aver commesso l’errore. Ho dei pensieri contrastanti riguardo a Thea, una ragazza che si sente sbagliata, sporca, corrotta, perché i suoi desideri non combaciano con gli ideali della società. Perché deve sentirsi mortificata per quello che è? Purtroppo non si puó cambiare il pregiudizio della gente e nemmeno evitare gli sguardi sprezzanti, ma possiamo trovare qualcuno con cui condividere il dolore. < Il Principio del piacere guida l’Es, un’istanza intrapsichica che rivela all’uomo la sua vera natura. Devi immaginarlo come una grande stanza contenente le pulsioni erotiche che spesso reprimiamo o semplicemente ignoriamo, tutte connesse al sesso, ovviamente.> < Non devi colpevolizzare, giudicare o giustificare te stessa […] > •E qui entra in gioco Efrem Krugher: un’uomo che è entrato nelle sue stanze e che ha scoperto la sua vera natura. La stessa di Dorothea. Non sappiamo molto di lui, se non che è un’uomo completo. Consapevole di se stesso, ma questo non sempre è un fatto positivo, a volte rischi di sentirti in gabbia, diverso. 🖤 Questo libro è un’avventura in tutti i sensi. Verso la sessualità. Verso il dolore. Verso le varie sfumature dell’amore e dell’amicizia. Verso la coscienza di se stessi e della propria natura. Non è facile chiedere aiuto quando hai paura di come potrai essere giudicata, disprezzata e spezzata. Bisogna solo trovare la chiave. • • 🖤Ci ho messo 2 giorni per tirare fuori queste parole che sono sicura, non potranno mai essere abbastanza. E si amiche, il finale ha lasciato di stucco anche me, sono pronta a tirare un pugno al nostro psichiatra e a piangere insieme a Ben, PERCHÉ IO GLI CREDO. Ed è il personaggio che mi incuriosisce di più😍

  24. 4 out of 5

    Romanticamente Fantasy

    This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here. Tacco12 - per RFS . Come annunciato, dopo aver trascorso molto tempo con Neil e Selene – i protagonisti della sua prima serie Kiss me like you love me – Kira Shell ha sviscerato nuovamente le mille sfaccettature dell’essere umano con un nuovo libro intitolato Meet Efrem Krugher. Volume uno della serie Dark Desire, che a detta dell’autrice non arriverà oltre i tre capitoli, una lettura adatta ai più temerari e consapevoli. Un viaggio tra genio e follia, moralità e perversione, ragione e istinto, con Tacco12 - per RFS . Come annunciato, dopo aver trascorso molto tempo con Neil e Selene – i protagonisti della sua prima serie Kiss me like you love me – Kira Shell ha sviscerato nuovamente le mille sfaccettature dell’essere umano con un nuovo libro intitolato Meet Efrem Krugher. Volume uno della serie Dark Desire, che a detta dell’autrice non arriverà oltre i tre capitoli, una lettura adatta ai più temerari e consapevoli. Un viaggio tra genio e follia, moralità e perversione, ragione e istinto, conscio e inconscio… che dite Fenici, siete pronte a partire? L’incontro tra Efrem e Thea avviene all’Asklepios, una clinica esclusiva. Lei è la chitarrista dei Bright Demons, una band di talento sul punto di sfondare, e lui è lo psichiatra nonché direttore della struttura a cui lei si è rivolta per risolvere un problema. Questa è la versione ufficiale… ciò che accade in realtà è molto più inquietante. Thea è una ventenne ribelle e tormentata, vittima di una follia che sempre più spesso la induce a ignorare ogni criterio di giudizio e soprattutto il buon senso. Lei seduce e inganna ma non per vero interesse, perchè dalle attenzioni ricevute determina il valore di se stessa. Si vede bella con gli occhi degli altri, si sente amata solo tramite il loro desiderio. È schiava di una natura oscura che la spaventa e che reprime poichè non capisce. In Efrem lei trova un uomo che la comprende nel profondo, non giudicandola mai. Riconosce un’anima affine capace di percepire il suo tormento riuscendo a farla sentire meno sbagliata. Nella sua innocenza è sopraffatta dall’ebrezza di vivere con lui un’esperienza nuova e proibita. Efrem, d’altro canto, appare come uomo integerrimo e distinto, determinato a mantenere le distanze… ma diffidate di questa effimera irreprensibilità perché essa cela l’animo di una persona corrotta dal vizio. Un uomo che in sé custodisce uno scrigno di tenebre, aperto il quale assisteremo alla fuoriuscita di una marea di lussuria e depravazione. Lui è protezione e minaccia, freddezza e passionalità, calma e veemenza, dolore e piacere. Lui è dominio e in sua presenza Thea può sgravarsi del peso di una vita difficile e angosciante. Un uomo indomabile e pericoloso, dotato di un potente fascino calcolatore che porta la gente a fare ciò che desidera. La profonda conoscenza della psiche umana unita alla magia del suo potente carisma con facilità avvince gli altri alla sua volontà. La diversità tra i due è evidente in ogni loro scambio: il vocabolario ricercato e forbito di lui sottolinea l’enorme gap anagrafico e culturale; la confusione e l’insicurezza di lei si contrappone alla sicurezza di una persona che ha fatto ogni esperienza e che pare avere tutte le risposte; l’irruenza di una ragazzina che non pensa alle conseguenze delle proprie azioni si scontra con il suo essere freddo e calcolatore. Anime affini e complemetari le loro, dove il desiderio e la sottomissione si interfacciano con la lussuria e all’autorità. Un incontro il loro destinato a dannarli per sempre. “Profumi di natura selvaggia: mughetto e fiori bianchi. Un mix di trasgressione e sfacciata femminilità. E’ impossibile che io non avverta la tua presenza, Non puoi fregarmi, Dorothea.” (Tratto dal libro) I personaggi di Thea ed Efrem sono davvero complessi e meritano di essere conosciuti. O li amerete, o li odierete… ma non riuscirete a rimanere loro indifferenti. Ci sono parecchie cose che apprezzo di questa giovane autrice italiana: la prima è che scrive storie che non sono mai solo il frutto della sua incredibile immaginazione, ma anche di un lungo processo di studio sulle varie realtà psichiche e fisiche esistenti. Adoro i diversi riferimenti psicologici presenti a cui, in questa particolare serie, si aggiungono anche quelli alla mitologia greca. Le descrizioni non si limitano ai personaggi, ma anche alle varie location che sono caratterizzate da talmente tanti dettagli da consentire al lettore di vedere letteralmente la scena. Come in Kiss me like you love me ogni capitolo è introdotto da una citazione che in questo caso non proviene da canzoni, ma da grandi studiosi della psiche e personaggi di spicco della letteratura: Shakespeare, Nietzsche, Freud… Con la consueta scrittura fluida e ben ritmata e con un POV che è quasi esclusivamente quello di Thea, Kira Shell ci accompagna tra i meandri di due menti contrapposte tra loro: ermetica quella di Efrem e contradditoria quella di Thea; dando vita a un romance caratterizzato da parecchi colpi di scena, segreti da svelare, pericoli insidiosi, retroscena oscuri e sconvolgenti ma che oltre alle lacrime, regala anche piccoli sorrisi, attimi di pace e tanta passione. Personalmente ho adorato questo libro e spero che il secondo volume esca velocemente. Alla prossima!

  25. 5 out of 5

    Francesca De Feo

    Un libro psicologicamente attraente. Efrem e Thea ci condurranno in un mondo davvero particolare, dove tutto e concesso, dove la tua vera natura può prendere qualsiasi forma desideri dargli. Una storia tortuosa, fatta di persone che nella vita hanno intrapreso percorsi difficili, e non riescono a trovare facilmente una via d'uscita. Un romanzo che ti cattura, intimorisce e affascina. Un libro psicologicamente attraente. Efrem e Thea ci condurranno in un mondo davvero particolare, dove tutto e concesso, dove la tua vera natura può prendere qualsiasi forma desideri dargli. Una storia tortuosa, fatta di persone che nella vita hanno intrapreso percorsi difficili, e non riescono a trovare facilmente una via d'uscita. Un romanzo che ti cattura, intimorisce e affascina.

  26. 5 out of 5

    Asia

    4,75⭐️

  27. 5 out of 5

    readingromance

    Cosa non è stato questo libro. Un capolavoro pazzesco, Kira non finisce mai di stupire. Travolgente, oscuro, erotico, sensazionale, non avrei altre parole per descriverlo.🖤✒️

  28. 4 out of 5

    Federica InfermieraNerd

    4.5/5 Erano mesi che non facevo le due di notte per finire un romanzo incapace di staccarmene... Tra pregi e qualche difettuccio, "Dark desires" primo volume della nuova serie dark romance "Meet Efrem Krugher" di Kira Shell mi ha conquistata. Dorothea, o meglio Thea, è una ventenne chitarrista dei Bright Demons, un gruppo rock, che porta le cicatrici della perdita della propria madre; arrivata ormai al limite concessole dal proprio fisico, sua nonna, il suo manager e i suoi amici la spingono ad af 4.5/5 Erano mesi che non facevo le due di notte per finire un romanzo incapace di staccarmene... Tra pregi e qualche difettuccio, "Dark desires" primo volume della nuova serie dark romance "Meet Efrem Krugher" di Kira Shell mi ha conquistata. Dorothea, o meglio Thea, è una ventenne chitarrista dei Bright Demons, un gruppo rock, che porta le cicatrici della perdita della propria madre; arrivata ormai al limite concessole dal proprio fisico, sua nonna, il suo manager e i suoi amici la spingono ad affidarsi alle cure dell'Asklepios, clinica esclusiva e riservata, e nello specifico a quelle di Efrem Krugher, psichiatra olistico.⠀ L'uomo, trentasettenne enigmatico e dal passato oscuro, accompagna la ragazza verso la scoperta dei propri desideri più reconditi, suscitando in lei un'attrazione al limite dell'ossessione. Tuttavia, forse il dott. Krugher non è ciò che Dorothea crede... Ho notato e apprezzato tantissimo l'evidente ricerca dell'autrice in ambito psicologico e mitologico: il romanzo presenta parecchi approfondimenti sia sul disturbo alimentare che attanaglia Thea, sia alle celeberrime figure che costellano la mitologia greca.⠀ Se devo proprio trovare un difetto è la forse frequentissima tendenza di Thea nel venerare l'aspetto fisico di Efrem, passandone al setaccio a ogni incontro ogni minimo dettaglio; questo, tuttavia, è un compromesso a cui sono scesa a patti sin dai tempi dei Seleil e della costante venerazione di Selene per Neil, e viceversa. Ho fatto tante, tantissime, congetture durante la lettura ma il finale non solo mi ha letteralmente spiazzata, ma sento il bisogno impellente di leggerne quanto prima possibile il seguito: mi sono rimaste tante domande, qualche supposizione, e troppa curiosità! Quel finale è al limite dell'illegale, insomma! A differenza di "Kiss me like you love me", MEK è una saga molto più oscura, più dannata, più adulta: ne raccomando la lettura a un pubblico adulto, consapevole di cosa potrebbe attenderlo. Per saperne di più vi rimando alla recensione completa: https://infermieranerd.wixsite.com/we...

  29. 4 out of 5

    OcchiBelli Lea

    Madonna santissima. Questo è primo libro che leggo di Kira.. mi sa che mi tocca recuperare l’altra serie già pubblicata.. comunque non vedo l’ora di leggere il seguito!!!

  30. 5 out of 5

    Francesca Quadrini

    ❤️🔥Recensione a cura del Blog Francelovebooks🔥❤️ https://francelovebooks.blogspot.com/... É la prima volta che leggo qualcosa di questa autrice, non conoscevo il suo stile di scrittura. Ho sentito tanto parlare della sua scorsa serie ‘’Kiss Me Like You Love Me’’ ma non ho mai avuto il trampolino di lancio per leggerla. Con questo si conclude una delle letture più introverse che ho fatto ultimamente. Thea ed Efrem sembrano così lontani (mentalmente e fisicamente, siccome lei ha su i 20 anni e lui p ❤️🔥Recensione a cura del Blog Francelovebooks🔥❤️ https://francelovebooks.blogspot.com/... É la prima volta che leggo qualcosa di questa autrice, non conoscevo il suo stile di scrittura. Ho sentito tanto parlare della sua scorsa serie ‘’Kiss Me Like You Love Me’’ ma non ho mai avuto il trampolino di lancio per leggerla. Con questo si conclude una delle letture più introverse che ho fatto ultimamente. Thea ed Efrem sembrano così lontani (mentalmente e fisicamente, siccome lei ha su i 20 anni e lui poco più di 35) però sono tanto simili sotto vari punti di vista. Lui credo sia uno dei personaggi più affascinanti ed enigmatici che abbia mai letto. Una cosa davvero positiva di questo libro è stato come ogni personaggio ricopre un ruolo ben caratterizzato, personaggio preferito? Assolutamente la compagna di stanza di Thea e l’avvocato del nostro Efrem. Hanno entrambi un carattere piuttosto complicato che traspare molto dalla descrizione che ne fa di loro la nostra autrice, per me è stato impossibile non affezionarmi a loro. Credo che la storia raccontata da Kira sia frutto di un durissimo lavoro. Così curata in ogni dettaglio che sicuramente anche per i volumi successivi avremo grandi sorprese. Mi sento di consigliare questo libro se siete amanti del genere perché è davvero un piccolo gioiello. Sfortunatamente ora dobbiamo aspettare un pò per leggere il prossimo volume, dico sfortunatamente perché una volta finito il libro, ho girato pagina sperando di trovare altro ed invece no, penso vivamente che questo tipo di finale ti faccia apprezzare ancora di più il libro perché ti da tanto da pensare ed immaginare che non hai tempo di riprenderti una volta finito. Per la prima volta mi sento di dire che questo è un libro che rileggerei; voi sapete la mia difficoltà nel rileggere un libro (sarà successo una volta in tutti questi anni) quindi vuol dire che per me questo libro è stato davvero uno chicca. Preparatevi ad una rilettura e magari altre riflessioni in futuro per questo libro, perché secondo me c’è cosi tanto da parlare che alla prima lettura molte riflessioni possono perdersi. Un bel libro corposo che però scorre come l’acqua, durante la lettura di questo libro ho attraversato il blocco del lettore, grazie a Dio l’unico libro che riuscivo a continuare era questo, ciò mi fa capire quando un libro mi sta piacendo oppure no. Consiglio questo libro? Assolutamente si, se avete amato Kira già con la scorsa saga vi invito a leggere anche questa. Io approcciandomi a lei tramite questo libro non posso non consigliarvelo comunque. Un bel 4 stelle pieno. Perché non 5? Perché voglio tenermelo per i seguiti e\o per una futura rilettura.

Add a review

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...