website statistics Storia d'Italia. Le Regioni dall'Unità a oggi. La Sardegna - PDF Books Online
Hot Best Seller

Storia d'Italia. Le Regioni dall'Unità a oggi. La Sardegna

Availability: Ready to download

"Nel 1920 Camillo Bellieni, il maggior teorico del sardismo, analizzando le vicende, l'insularità geografica, la dimensione mediterranea della Sardegna, ("che noi non siamo etnicamente e linguisticamente italiani è un dato di fatto incontrovertibile") giungeva all'amara conclusione che l'isola fosse una nazione irrisolta, o meglio una "nazione abortiva", nella quale, pur e "Nel 1920 Camillo Bellieni, il maggior teorico del sardismo, analizzando le vicende, l'insularità geografica, la dimensione mediterranea della Sardegna, ("che noi non siamo etnicamente e linguisticamente italiani è un dato di fatto incontrovertibile") giungeva all'amara conclusione che l'isola fosse una nazione irrisolta, o meglio una "nazione abortiva", nella quale, pur essendovi le premesse etniche, linguistiche, le tradizioni per uno sbocco nazionale, erano mancate le condizioni storiche e le forze motrici per un tale processo. "Esiste la materia nel nostro paese per costruire una nazione - affermava -, ma questa materia per il passato non divenne mai coscienza, ed ora che lo è, è pensata da noi con intelletto d'italiani". Il suo autonomismo, mentre da un lato contestava duramente le strutture burocratiche dello stato accentrato, dall'altro respingeva ogni tipo di soluzione separatista come "artificiose eresie e menzognere negazioni". Bellieni poneva in evidenza con estrema chiarezza la natura delle rivendicazioni politiche del movimento autonomista e le motivazioni storiche e culturali dell'identità della Sardegna...". (Dall'introduzione di Luigi Berlinguer e Antonello Mattone)


Compare

"Nel 1920 Camillo Bellieni, il maggior teorico del sardismo, analizzando le vicende, l'insularità geografica, la dimensione mediterranea della Sardegna, ("che noi non siamo etnicamente e linguisticamente italiani è un dato di fatto incontrovertibile") giungeva all'amara conclusione che l'isola fosse una nazione irrisolta, o meglio una "nazione abortiva", nella quale, pur e "Nel 1920 Camillo Bellieni, il maggior teorico del sardismo, analizzando le vicende, l'insularità geografica, la dimensione mediterranea della Sardegna, ("che noi non siamo etnicamente e linguisticamente italiani è un dato di fatto incontrovertibile") giungeva all'amara conclusione che l'isola fosse una nazione irrisolta, o meglio una "nazione abortiva", nella quale, pur essendovi le premesse etniche, linguistiche, le tradizioni per uno sbocco nazionale, erano mancate le condizioni storiche e le forze motrici per un tale processo. "Esiste la materia nel nostro paese per costruire una nazione - affermava -, ma questa materia per il passato non divenne mai coscienza, ed ora che lo è, è pensata da noi con intelletto d'italiani". Il suo autonomismo, mentre da un lato contestava duramente le strutture burocratiche dello stato accentrato, dall'altro respingeva ogni tipo di soluzione separatista come "artificiose eresie e menzognere negazioni". Bellieni poneva in evidenza con estrema chiarezza la natura delle rivendicazioni politiche del movimento autonomista e le motivazioni storiche e culturali dell'identità della Sardegna...". (Dall'introduzione di Luigi Berlinguer e Antonello Mattone)

4 review for Storia d'Italia. Le Regioni dall'Unità a oggi. La Sardegna

  1. 4 out of 5

    Wikimedia Italia

  2. 4 out of 5

    Andrea

  3. 4 out of 5

    Wikiquote

  4. 4 out of 5

    Sara

Add a review

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...
We use cookies to give you the best online experience. By using our website you agree to our use of cookies in accordance with our cookie policy.